PlayStation 5: Sony annuncia l’evento dedicato ai giochi next gen

Sony ha ufficializzato la data di presentazione dei giochi di PlayStation 5: l’evento si terrà il 4 giugno alle 22:00

PlayStation 5 sta arrivando e Sony ha comunicato la data di un nuovo evento con post sul suo blog, confermando che i giochi per la sua console next gen verranno mostrati il prossimo 4 giugno alle 22:00 (orario italiano).

L'attenzione è quindi tutta per i titoli di nuova generazione che la casa giapponese mostrerà in azione su PlayStation 5: aspettiamoci quindi un evento carico di filmati dedicati al gameplay, anche se non possiamo escludere che questa possa essere la prima occasione per scoprire il design della console.

Nel corso degli ultimi giorni si sono intensificati i rumor attorno alla futura ammiraglia di casa Sony, grazie anche ai dettagli svelati da Official PlayStation Magazine, il quale ha condiviso la lista dei 38 titoli in sviluppo per PS5. Non ci resta che attendere qualche giorno per poterli vedere in azione.


Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da Emarevolution a 462 euro oppure da Amazon a 546 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Volkswagen-Ford: nuovi dettagli sull’intesa per auto elettriche e guida autonoma

Importante passo avanti dell’alleanza tra Ford e Volkswagen sulle auto elettriche e la guida autonoma; ecco i nuovi dettagli.

Nuovo passo avanti di Ford e Volkswagen nella loro alleanza su auto elettriche e guida autonoma siglata lo scorso anno. Si apprende, infatti, che il Consiglio di Sorveglianza del Gruppo tedesco ha approvato ulteriori progetti in seno a questo accordo di collaborazione con il marchio americano. Adesso manca solamente la firma definitiva che, però, oramai, è poco più che una questione formale.

Entrando nello specifico, la prima parte dell'intesa prevede la realizzazione di tre progetti nell’ambito dell’elettrificazione e dei veicoli commerciali leggeri. La piattaforma modulare MEB del Gruppo Volkswagen sarà utilizzata da Ford per un veicolo elettrico in Europa. Un SUV sviluppato da Ford sarà poi adattato da Volkswagen Veicoli Commerciali per alcuni mercati selezionati. Infine, Volkswagen Veicoli Commerciali sarà responsabile per lo sviluppo di un city van, mentre Ford supervisionerà la pianificazione di un veicolo nel segmento da una tonnellata.

In un secondo momento seguiranno altri progetti paralleli all’investimento in Argo AI, azienda specializzata in piattaforme per la guida autonoma. Questa alleanza tra i due marchi che comunque non prevede alcuna partecipazione incrociata, permetterà di ottenere risparmi consistenti da entrambe le parti.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Vodafone Infinito Gold e Black: 1 mese di prova gratuita a tutti i suoi clienti

Al termine del mese di prova si potrà sempre tornare alla vecchia offerta.

Siete clienti Vodafone e vorreste cambiare piano, magari passando al 5G? Avete provato a dare un'occhiata alla sezione riservata alle nuove offerte "solo per te" dell'app MyVodafone? Potrebbero esserci un paio di risposte ai vostri dubbi.

L'operatore telefonico ha infatti lanciato una promozione tramite cui offre l'opportunità a tutti i suoi clienti di provare per 1 mese Infinito Gold e Infinito Black, piani che a novembre dello scorso anno hanno sancito il debutto sul mercato delle offerte illimitate del marchio. Costo? quello della propria offerta corrente, dunque NON quello delle due tariffe Infinito. Se piace, si potrà proseguire al costo previsto (18€ al mese per il primo, 30€ per il secondo), se non interessa si potrà sempre disattivarla prima che si rinnovi automaticamente tornando all'offerta che si aveva prima del mese di prova.

Rispetto ai piani originali, cambia il costo mensile (sul sito Vodafone la Infinito Gold costa 29,99€, la Black 39,99€). Il mese di prova gratuita di Infinito è attivabile attraverso l’app My Vodafone e presso negozi Vodafone.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Sony Xperia 1 II ha un’opzione di ricarica per giocare senza rovinare la batteria

Sony con il nuovo Xperia 1 II ha pensato anche ai gamer, introducendo un’interessante modalità che permette di giocare e alimentare il telefono senza rovinare la batteria.

Sony Xperia 1 II è forse uno degli smartphone più interessanti tra quelli in arrivo nei prossimi mesi: l'azienda giapponese ha deciso di insistere sulle sue linee guida in termini di design, senza adottare alcun notch, e preferendo ancora una volta due sottili cornici sopra e sotto lo schermo. Ma soprattutto ha optato di nuovo per un formato 21:9, particolarmente allungato, e l'ha poi equipaggiato con una dotazione fotografica che sembra molto promettente, anche lato software.

Dai colleghi di XdaDeveloper arriva oggi un'altra informazione: pare infatti che Sony abbia pensato anche ai gamer. Come? Con una particolare modalità che consente di giocare tenendo lo smartphone in carica, ma senza usare la batteria, rischiando così di danneggiarla e generando un surriscaldamento del dispositivo.

L'opzione si chiama "H.S. Power Control", e una volta attivata (attraverso l'apposito interruttore che sarà possibile trovare nelle opzioni della Game Mode), qualora il terminale sia in carica, andrà a sfruttare direttamente l'energia fornita dall'alimentatore, senza che questo ricarichi la batteria. Un'idea intelligente, che al momento del lancio di Xperia 1 II - per 1.199 euro, e ormai non dovrebbe mancare molto - sarà disponibile fin da subito. E chissà, in futuro forse potrebbero beneficiarne anche altri modelli.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Telegram: chiusi altri 26 canali per pirateria di opere letterarie

I gestori della piattaforma hanno collaborato tempestivamente con l’AGCOM: la rimozione è avvenuta dopo meno di 24 ore dall’inizio del procedimento

Continua senza sosta la lotta alla pirateria che sfrutta Telegram per diffondere contenuti soggetti alla normativa sul diritto d'autore. Dopo i 114 canali chiusi all'inizio di maggio arriva la notizia di altri 26 canali eliminati perché consentivano il download di quello che viene definito dall'AGCOM un catalogo sterminato di edizioni digitali di opere letterarie complete messe a disposizione di una platea di oltre 350.000 utenti.

L'intervento del Garante è stato richiesto dall'Associazione Italiana Editori che, insieme a IPSOS, ha presentato lo scorso anno uno studio dal quale emerge che la popolare app di messaggistica è utilizzata dal 22% dei pirati per procurarsi contenuti editoriali. Il danno economico per il settore dell'editoria è stato stimato nell'ordine dei 528 milioni di euro.

L'AGCOM evidenzia le persistenti difficoltà ad intervenire per bloccare la pirateria su Telegram: i gestori dei canali sono anonimi e in caso di chiusura di un canale un sistema di rimandi ad altre sezioni consente di continuare a scaricare i contenuti illeciti. A questo si aggiungono i limitati poteri del Garante che non può intervenire in prima persona per cancellare selettivamente i contenuti illeciti; è inoltre impraticabile - perché eccessivo e sproporzionato - un provvedimento che disponga l'oscuramento dell'intera piattaforma - peraltro richiesto nelle settimane passate dalla FIEG (Federazione Italiana Editori Giornali).


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Razer Blade 15 Studio Edition ufficiale: il nuovo top di gamma costa 4599 euro

Razer annuncia Blade 15 Studio Edition, un notebook per creator e professionisti con Intel Core 10a gen e GPU NVIDIA Quadro

Razer Blade 15 Studio Edition è la nuova proposta del marchio americano a pochi giorni di distanza dall'annuncio di Blade Pro 17. Si tratta di un notebook di fascia altissima destinato questa volta ai creator e ai professionisti, è sostanzialmente una workstation mobile ma rispetto ad altri prodotti concorrenti si distingue per il design decisamente più compatto e, come da tradizione, curato nei dettagli.

La scheda tecnica del prodotto è il primo biglietto da visita di questo notebook, equipaggiato con hardware di ultima generazione che prevede una piattaforma Intel Core H 10a gen (presentata a inizio aprile) abbinata a una GPU NVIDIA Quadro RTX 5000 e display OLED 4K (60Hz, 100% DCI-P3, HDR400).

A bordo troviamo infatti un octa-core Intel Core i7-10875H (Boost fino a 5,1 GHz), affiancato a un reparto memoria altrettanto adeguato e formato rispettivamente da 32GB di RAM DDR4 2933 MHz e un SSD PCIe 3.0 da 1TB. La NVIDIA Quadro RTX 5000 è tra le GPU più potenti offerte da NVIDIA per questo segmento di mercato, non solo grazie ai 3072 Cuda Core ma anche per i 16GB di VRAM GDDR6 e tutte le tecnologie proprietarie offerte dal produttore.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Alpine potrebbe diventare un marchio elettrico premium | Rumor

Il nuovo piano industriale di Renault mette a rischio il futuro di Alpine; alcune voci parlano che il marchio sportivo potrebbe arrivare a produrre auto elettriche ad alte prestazioni.

Il piano industriale di Renault ha messo in discussione il futuro di Alpine. Già poco tempo fa erano emerse alcune voci secondo cui il marchio sportivo poteva essere a rischio a seguito della nuova strategia del Gruppo francese volta tutto al risparmio. Effettivamente, la dirigenza ha sostanzialmente confermato queste indiscrezioni, evidenziando come Alpine sia un marchio bellissimo ma che dovranno studiare una soluzione per fare in modo che possa portare valore all'intero Gruppo.

La decisione definitiva sarà presa da Luca de Meo che a partire dal prossimo primo di luglio prenderà ufficialmente l'incarico di amministratore delegato. Il manager italiano si troverà a gestire quindi una situazione delicata che va ben oltre il futuro di Alpine. La sopravvivenza del marchio sportivo potrebbe, però, essere legata all'elettrificazione. La nuova strategia del Gruppo francese prevede di puntare molto sulle auto elettriche e Autocar ha raccolto alcune voci che affermano che una delle idee prese in considerazione sarebbe quella di trasformare Alpine in un produttore di auto elettriche ad alte prestazioni.

Una scelta che porterebbe un serie di opportunità. Innanzitutto permetterebbe a Renault di mostrare le potenzialità della sua tecnologia elettrica in ambito sportivo e inoltre consentirebbe al Gruppo francese di commercializzare auto a batteria premium. Se questa idea si concretizzasse, rimarrebbe il problema della produzione visto che l'attuale stabilimento Alpine non è strutturato per realizzare auto elettriche. Ovviamente si tratta di voci che vanno prese con le dovute cautele. Se ne riparlerà certamente quando Luca de Meo prenderà in mano il timone di Renault. Dunque, bisognerà attendere ancora alcuni mesi.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Philips Hue Play HDMI Sync Box si aggiorna con Dolby Vision e HDR10+

Un nuovo firmare permette di gestire il passaggio e la sincronizzazione delle luci anche quando si utilizza il Dolby Vision.

Philips ha rilasciato un importante aggiornamento per il Philips Hue Play HDMI Sync Box. Questo prodotto, lanciato a settembre dello scorso anno, permette di sincronizzare gli effetti di luce delle lampadine a LED con le immagini riprodotte sui TV, replicando l'effetto ottenuto con i TV provvisti di Ambilight. Il box è provvisto di quattro ingressi e un'uscita HDMI 2.0 che originariamente permettevano di gestire segnali in Ultra HD fino a 60 Hz e HDR10.

Il box poteva quindi risultare piuttosto limitato poiché poneva l'utente di fronte a una scelta: sfruttare gli effetti di luce o godere dei benefici dati dai metadati dinamici (non presenti in HDR10). Il nuovo firmware ha parzialmente risolto questa problematica. La compatibilità con il Dolby Vision è completa ed è pertanto possibile sia far transitare (in gergo si parla di "passthrough") il segnale tramite il box per visualizzarlo su TV sia gestire gli effetti di luce.

Philips assicura un perfetto funzionamento con i seguenti dispositivi:


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

OnePlus 7T, la OxygenOS 10.0.11 porta lo slow-mo 720p @960fps e patch di maggio

L’aggiornamento è in corso, e raggiungerà tutti gli smartphone compatibili nel corso dei prossimi giorni.

OnePlus 7T si aggiorna alla versione 10.0.11 di OxygenOS: il rollout della variante destinata al mercato indiano (10.3.3) è già partito, e a breve verrà esteso anche in Europa, come comunicato dall'azienda cinese sul forum ufficiale.

Così, dopo OnePlus 8 Pro che risolve il "problema" che gli permetteva di "vederci troppo, anche attraverso alcuni materiali", è ora il turno del modello presentato a settembre dello scorso anno. Questo il changelog con le modifiche apportate:

  • Sistema
    • Le OnePlus Bullets Wireless Z possono ora essere integrate con Dolby Atmos per una migliore qualità dell'audio
    • Ottimizzata la regolazione del volume per migliorare l'esperienza d'uso
    • Migliorata la stabilità del sistema e corretti problemi generali
    • Aggiornate le patch di sicurezza Android a maggio 2020
  • Fotocamera
  • Telefono
    • Nuovamente aggiunti Epic Games in Game Space (solo India)

Due generazioni a confronto: OnePlus 7T e 7T Pro vs OnePlus 8 e 8 Pro

(aggiornamento del 29 May 2020, ore 09:42)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Calcio ai tempi del virus: i tifosi vanno allo stadio con Zoom

L’idea è diventata realtà in Danimarca

Il Calcio ripartirà anche in Italia il mese prossimo: il fischio di inizio è fissato per il 13 e il 14 giugno con le semifinali di ritorno della Coppa Italia, mentre dal 20 riprenderà il campionato di Serie A. Nella fase 2 non tutto potrà essere come prima, le misure per il distanziamento sociale dovranno essere rispettate e le partite si giocheranno a porte chiuse. Un provvedimento necessario per contenere la diffusione del virus, ma che indubbiamente toglie una parte importante della competizione, il sostegno dei tifosi.

Qualcuno ha già trovato soluzioni alternative con l'aiuto della tecnologia e senza violare le norme di sicurezza. In Danimarca la squadra dell'Aarhus ha escogitato un modo per consentire ai tifosi di assistere alla partita a bordo campo e per far sentire ai giocatori il loro supporto - seppur con qualche differenza rispetto al tifo reale: il boato è riprodotto da altoparlanti e le espressioni di gioia sono composte dai pixel di uno schermo.

In occasione della sfida di giovedì scorso con gli avversari del Randers FC, gli organizzatori hanno installato una serie di maxi schermi (40 metri di lunghezza e 3 di altezza) in prossimità delle tribune dello stadio Ceres Park - sui quali sono state proiettate le immagini dei tifosi collegati in tempo reale utilizzando la sempre più diffusa app per le videochiamate Zoom. E per non far mancare nulla rispetto a una partita reale sono stati collocati anche due schermi di dimensioni più contenute rispettivamente dedicati agli ospiti e ai tifosi neutrali.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE