Xiaomi Mi Watch Revolve, variante internazionale di Watch Color in arrivo

Xiaomi si prepara a portare il Mi Watch Color sul mercato internazionale: il suo nome sarà Mi Watch Revolve.

Xiaomi sembra intenzionata ad ampliare la disponibilità dei suoi smartwatch al di fuori della Cina. Uno dei primi prodotti già pronti ad essere distribuito globalmente dovrebbe essere il Mi Watch Color, un orologio di ultima generazione già annunciato in patria ad inizio anno e ora pronto a debuttare sul mercato internazionale con il nome di Mi Watch Revolve.

Prime conferme in tal senso giungono dalla Spagna, precisamente dallo YouTuber eSavants che un paio di giorni fa ha pubblicato un video in cui il protagonista è proprio un Mi Watch Revolve acquistato su Aliexpress. Nella descrizione del filmato si legge:

Questa è la mia prima recensione dello Xiaomi Mi Watch Revolve, il nome della variante global Xiaomi Mi Watch Color che è stato presentato in Cina un paio di mesi fa. Questo orologio ha uno schermo di altissima qualità, funzioni abbastanza interessanti e ovviamente GPS. In attesa dell'arrivo della traduzione spagnola, questo è uno dei migliori orologi che puoi trovare sul mercato.


Le massime prestazioni al miglior prezzo? Realme X50 Pro, in offerta oggi da Amazon Marketplace a 599 euro oppure da Amazon a 749 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Uber annuncia un piano di espansione per l’Italia

Uber annuncia un piano di espansione per l’Italia e punta a diventare una piattaforma multimodale per offrire ai clienti molteplici soluzioni per il trasporto.

Uber ha presentato la sua nuova strategia di espansione per l'Italia. Ad annunciarla, Lorenzo Pireddu, General Manager Uber Italia. Nel Paese, la società americana è sbarcata con i suoi servizi nel 2013, a Milano e subito dopo a Roma, con UberBlack. Oggi, è presente pure a Torino con Uber Taxi. Dal 2014 UberPOP è stato lanciato in 4 città e nel 2015 è stato chiuso per ordine del tribunale. Tale servizio non sarà più offerto in futuro.

IL PIANO

L'obiettivo per l'Italia è quello di far diventare Uber una piattaforma multimodale che includa diverse alternative di trasporto, dalle macchine con conducente, ai taxi, alle biciclette, ai monopattini, fino alla possibilità di accedere al servizio di trasporto pubblico. La società intende pure espandere la sua presenza in molte più città italiane. Con oltre un miliardo di automobili sulle strade, è facile puntare il dito su questi mezzi. Ma il problema, secondo Uber, non è il veicolo in sé, quanto piuttosto le sue modalità di utilizzo. Gli studi sul ridesharing, infatti, mostrano vantaggi consistenti per le città.

Oltre al ridesharing, sottolinea la società americana, in molti casi può essere più veloce o più economico prendere una bicicletta elettrica, un monopattino elettrico o i mezzi pubblici. La nuova piattaforma di mobilità di Uber punta ad offrire proprio queste alternative in modo semplice. Per consentire una maggiore flessibilità negli spostamenti, nell'applicazione saranno disponibili eBike, monopattini elettrici e l'accesso ai trasporti pubblici.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Google-Fitbit: entro il 20 luglio l’Europa deciderà se approvare l’acquisizione

Google ha formalizzato lunedì scorso la richiesta di approvazione dell’acquisizione di Fitbit

L'Unione Europea deciderà entro il 20 luglio se approvare l'acquisizione di Fitbit da parte di Google. L'operazione da 2,1 miliardi di dollari è stata annunciata a novembre dello scorso anno ed è tuttora al vaglio delle autorità competenti che stanno accertando i rischi connessi - sia in Europa, sia nel mercato statunitense.

Una delle principali minacce è stata evidenziata a febbraio scorso dal Comitato europeo per la protezione dei dati personali (EDBP) e riguarda la privacy. Se l'operazione andasse a buon fine, Google potrebbe disporre di un (ancora) maggior numero di informazioni sensibili degli utenti, visto che i dispositivi Fitbit acquisiscono molteplici parametri monitorando l'attività fisica e fanno confluire i dati in una piattaforma cloud.

Google ha chiesto l'approvazione dell'accordo lunedì scorso, ora l'autorità Antitrust ha tempo sino al 20 luglio per concederla (con o senza condizioni); in alternativa può decidere di dare il via a un'indagine (della durata massima di quattro mesi) qualora sussistano seri dubbi.


Il TOP di gamma più piccolo di Apple? Apple iPhone SE, in offerta oggi da Mobzilla a 439 euro oppure da Media World a 488 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Instagram, non solo Storie: sta diventando un riferimento anche per le notizie

Instagram sta diventando un veicolo e un riferimento per l’informazione anche in Italia.

Instagram è il luogo della Storie: ma secondo l'ultimo rapporto del Reuters Institute la piattaforma social sta diventando anche quello delle notizie. La natura iniziale del medium muta gradualmente, fino ad inglobare entro i suoi confini e le sue modalità anche i flussi di informazione, e non solo le foto al mare.

Secondo i dati forniti dal report di Reuters, l'uso di Instagram legato alle notizie è raddoppiato dal 2018, e con la spinta della pandemia non accenna certo a rallentare. E l'ipotesi è che possa scavalcare Twitter entro il 2021 proprio nella condivisione di contenuti di informazione e politica. L'Italia, peraltro, tra i Paesi sottoposti ad analisi è uno di quelli che si affida maggiormente ad Instagram anche in questa chiave.

Qui da noi il trono delle news comunque resta di Facebook con ampio margine, mentre Whatsapp è lo strumento più utilizzato in assoluto.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Facebook Portal: tutte le novità dell’aggiornamento

Lo smart speaker sfrutterà al meglio anche Messenger Rooms.

Facebook Portal ha sicuramente beneficiato del periodo di quarantena che ha costretto la popolazione mondiale a restare chiusa in casa a causa della pandemia. I numeri sono dalla sua parte, con la crescita record che ha riguardato, sì, le piattaforme di messaggistica istantanea WhatsApp e Messenger, ma anche gli smart speaker annunciati dalla società di Menlo Park a ottobre 2018. E il debutto di Messenger Rooms ha contribuito non poco al suo successo.

Per soddisfare la crescente domanda e per migliorare l'esperienza d'uso, ora le stanze possono contenere sui dispositivi Portal fino a 50 persone contemporaneamente (come del resto promesso in occasione del lancio): insomma, alle nostre chiacchierate o ai festeggiamenti dei compleanni rigorosamente online potranno partecipare ancora più amici rispetto a quanto fosse possibile in precedenza.

Altra novità di rilievo è lo sfondo personalizzabile: mantenerlo originale, renderlo sfocato o sostituirlo completamente con una delle immagini dinamiche pre-caricate in Portal Spaces sarà a discrezione dell'utente. Dinamiche, sì, in quanto capaci di simulare movimento: fuori dal finestrino dell'aereo le nuvole si muoveranno, la luce del campo fiorito cambierà a seconda dell'ora del giorno.


Il meglior rapporto qualità/prezzo del 2020? Xiaomi Mi 10 Lite, in offerta oggi da interteria a 315 euro oppure da Amazon a 365 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Anche Telecamere Blink tornano in offerta su Amazon con una novità

Amazon: telecamere per la videosorveglianza Blink in offerta ai prezzi più bassi di sempre.

Su Amazon potete acquistare le telecamere Blink per la videosorveglianza interna ed esterna, in offerta ai prezzi più bassi di sempre. Nello specifico troverete i modelli Blink Mini (annunciato ad aprile 2020), XT e XT2 (ottobre 2019) anche nei vari kit con più videocamere.

Vi ricordiamo che sono tutte compatibili con l'assistente virtuale Alexa e, quindi, posso essere interfacciate con gli Echo Show e l'intero ecosistema domotico di Amazon. Garantiscono riprese in alta definizione anche in notturna e integrano un audio a due vie. I modelli XT e XT2 non hanno la necessità di alcun cablaggio, vista la presenza di batterie integrate nella confezione capaci di raggiungere fino a 2 anni di autonomia.

Oltre a Blink, su Amazon potete acquistare - sempre ai prezzi minimi storici - anche le Fire TV Stick e alcuni smart speaker della linea Echo. Se volete scoprire il resto delle offerte disponibili per la giornata di oggi, potete iscrivervi al nostro canale Telegram dedicato.


Il meglior rapporto qualità/prezzo del 2020? Xiaomi Mi 10 Lite, in offerta oggi da interteria a 315 euro oppure da Amazon a 365 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Mi Band 5 anche in versione Lite e Pro: confermata Alexa per la Global | Rumor

La Mi Band 5 di Xiaomi potrebbe arrivare anche in versioni Lite e Pro.

La Mi Band 5 è attesa sul mercato internazionale a partire da luglio, ma sembra che le novità in serbo da Xiaomi vadano oltre.

Nelle scorse ore lo sviluppatore MagicalUnicorn del forum geekdoing ha analizzato l'APK dell'app Mi Wear scovando alcuni interessanti riferimenti alla recente smart band. Secondo le stringhe di codice, infatti, l'azienda cinese avrebbe previsto ben 4 varianti della nuova Mi Band 5: Kongming, Kongming L, Kongming Pro e Kongming Lite.

Di queste, solo tre sarebbero presenti sull'app Mi Fit utilizzata da Xiaomi anche nel mercato globale (e in Italia):


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Anonymous colpisce ancora: attacco alle istituzioni italiane

Il gruppo ha preso di mira diversi siti sfruttando una falla nel CMS di Isweb.

Anonymous torna ad attaccare in Italia, e lo fa colpendo simultaneamente diversi siti della pubblica amministrazione. L'incursione è stata possibile sfruttando una falla nel CMS creato da Isweb, società abruzzese che alla PA fornisce soluzioni per la sicurezza informatica.

Si comunica in data odierna 15 giugno 2020 che a seguito delle richieste dei contribuenti afflitti dalla crisi dovuta alla pandemia che ci ha confinati in casa ad ascoltare vicini stonati cantare le solite 4 canzoni, la Camera di Commercio di Roma stanzierà per le piccole e medie imprese dell'italico territorio la cifra di mille mila milioni di euro.

si leggeva fino a poche ore fa sulla homepage della Camera di Commercio di Roma. Gli Anonymous non si sono limitati a questo, prendendo di mira infatti anche l'Agid - l'Agenzia per l'Italia Digitale -, Equitalia, la Zecca dello Stato, l'ENAC, il Ministero dell'Ambiente e alcuni Comuni italiani, tra cui Teramo, l'Aquila e Cosenza. La preoccupazione riguarda, sì, l'eventuale furto di dati presenti nei sistemi hackerati, ma anche - e soprattutto - il possibile inserimento di codice maligno e di backdoor. Chiudere una falla nel CMS può infatti essere pressoché immediato, individuare una backdoor è invece decisamente più ostico e richiede tempo.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Adobe Flash morirà a fine anno

Dal 2021 Adobe non lo lascerà più scaricare, non rilascerà più patch di sicurezza e i player ancora installati inviteranno l’utente a disinstallarli.

Adobe Flash morirà alla fine del 2020: la software house americana smetterà di distribuirlo e aggiornarlo, come si può leggere sulla pagina dedicata del sito ufficiale (link in FONTE). Si sapeva già: l'annuncio era stato dato nel 2017, ma quantomeno sappiamo che i piani sono rimasti quelli, senza rinvii o anticipazioni.

Potremmo dire che il momento che ha avviato il declino di Flash, una tecnologia proprietaria Adobe per progettare e visualizzare contenuti multimediali avanzati su internet, è stato il 9 gennaio 2007, giorno della presentazione del primo modello di Apple iPhone. Ai tempi la potenza di calcolo dei processori mobile era nettamente inferiore a quella di oggi, e Flash non riusciva a girare in modo soddisfacente; ma Apple aveva ragioni più profonde per non supportare la tecnologia di Adobe - ragioni esternate poco più di tre anni dopo, precisamente il 29 aprile 2010, in una lettera aperta intitolata "Thoughs on Flash" firmata da Steve Jobs in persona. Il documento, ancora online oggi, si concludeva più o meno così:

Flash è stato creato nell'era dei PC - per PC e per i mouse. Flash è un prodotto di successo per Adobe, e possiamo capire perché vogliano espanderlo oltre i PC. Ma l'era mobile è un'era di dispositivi a basso consumo, di interfacce touch e standard web aperti - tutte aree in cui Flash risulta inadeguato.


Il TOP di gamma più piccolo di Apple? Apple iPhone SE è in offerta oggi su a 252 euro oppure da Media World a 488 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Arlo Essential Spotlight Camera: cala il prezzo, non le prestazioni. 129$ in USA

Il nuovo sistema di videosorveglianza nasce per rendere sicura la nostra casa a un prezzo contenuto.

Si chiama Arlo Essential Spotlight Camera ed è l'ultima arrivata della casa di San Jose. Si tratta di una videocamera di sicurezza per l'esterno, facile da installare e, grazie all'impiego di una batteria ricaricabile, è priva di cavi e non necessita di lavori di muratura.

La videocamera ha tutto per rendere la nostra casa più sicura, ma a un prezzo più basso rispetto ad altre soluzioni che lo stesso brand propone (Arlo Pro 3 inclusa, uscita a settembre 2019): negli Stati Uniti viene infatti proposta in preordine nelle colorazioni nera e bianca a 129,99$. Certo, vista la differenza di prezzo a qualcosa si è costretti a rinunciare, ma le caratteristiche per mettere in sicurezza la nostra abitazione sono comunque più che soddisfacenti.

Non mancano infatti la registrazione video 1080p HD, la visione notturna, la rilevazione dei movimenti e l'audio a due vie. E, come già detto, la soluzione plug and play la rende pronta all'uso. Non richiede necessariamente una stazione base per la ricezione del segnale WiFi, ma è comunque compatibile con gli SmartHub VMB4000, VMB4540, VMB4500 e VMB5000.


Il TOP di gamma più piccolo di Apple? Apple iPhone SE è in offerta oggi su a 252 euro oppure da Media World a 488 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE