Nintendo Direct Mini, ma non troppo: Ori, Monster Hunter Rise e gli altri annunci

L’ultima Direct Mini di Nintendo dedicata alle terze parti ha superato le aspettative con il nuovissimo Monster Hunter Rise e il ritorno di Ori su Switch.

Non abbiamo fatto neanche in tempo a smaltire la sbornia del PlayStation 5 Showcase di mercoledì sera (a proposito, QUI trovate tutti i trailer mostrati), che era già tempo di direzionare la nostra attenzione di videogiocatori incalliti al Direct Mini annunciato da Nintendo. Senza troppe aspettative, come al solito: dopotutto, si chiamano "Mini" proprio per contenere l'hype, e poi si tratta di un evento dedicato esclusivamente alla terze parti. Ergo, niente Zelda Breath of The Wild 2. Ma a questo giro gli annunci in canna erano più succosi del solito.

Tra tutte le novità, sicuramente svettano l'annuncio dell'inedito Monster Hunter Rise (cui è stato dedicato un focus dopo la live, che trovate in fondo all'articolo), e l'arrivo su Switch di un capolavoro come Ori: The Will of The Wisps. Da quando? Da subito: il titolo è già disponibile al download sull'eShop. Mentre per quanto riguarda Monster Hunter Rise, bisognerà pazientare fino al 26 marzo 2021.

I Monster Hunter annunciati, in realtà, sono ben due: c'è anche lo spin-off Monster Hunter Stories 2: Wings of Ruin, che arriverà su Switch la prossima estate.


Il TOP di gamma più piccolo di Apple? Apple iPhone SE, in offerta oggi da Mobzilla a 398 euro oppure da Amazon a 483 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Nintendo conferma: ci sarà un’altra console dopo Switch

Nintendo Switch non sarà l’ultima console del colosso di Kyoto.

Nintendo parla del futuro, e lo fa presentando i punti cardine di una strategia ad ampio spettro, dal film dedicato a Mario in arrivo nel 2022 al parco di divertimenti (che doveva già essere aperto, ma la pandemia ha frenato tutto): un universo che però continuerà ad avere al centro i videogiochi, e il connubio tra hardware e software. Perché sì, Nintendo ha intenzione di continuare ad essere una realtà anche nel mercato hardware, con nuove console. Nel documento che potete consultare integralmente al link in FONTE il colosso di Kyoto tocca tanti argomenti, ma in un momento in cui le voci su una possibile Switch Pro si stanno intensificando, sicuramente il passaggio in cui il futuro dell'azienda viene posto in continuità col passato ruba l'occhio.

Non sappiamo se Nintendo faccia riferimento a una versione potenziata di Switch, o a una console completamente nuova, o ancora ad ambedue le cose. Le indicazioni sono vaghe: di fatto sappiamo per certo che uscirà una nuova console Nintendo entro il 2099, non di più. Un po' poco, certo. Ma significa che Nintendo sta già immaginando uno spazio e un'offerta capace di riposizionarla all'interno di un mercato che sta andando incontro ad un cambiamento radicale, con una nuova generazione in arrivo tra pochi mesi (a proposito, questa sera non perdetevi la presentazione di PlayStation 5 ) che non segnerà solo un salto tecnico, ma un cambio di paradigma.

Quello del gaming è un futuro sempre più legato a servizi, abbonamenti in streaming e non (ve li abbiamo spiegati tutti nel dettaglio nella nostra guida dedicata), Nintendo per paradosso è la realtà con l'hardware meno potente, ma più legata all'hardware, e cioè ad un modo di intendere il mercato legato ai vecchi schemi: su tutto il resto deve ancora lavorare - basti pensare all'online di Switch. E sarà interessante capire come sceglierà di valorizzare i suoi enormi punti di forza, ovvero le proprietà intellettuali storiche come Mario e Zelda, negli anni a venire. Insomma: vedere cosa si inventerà, ancora una volta, per divertirci.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Recensione Super Mario 3D All-Stars: tra eccellenza e pigrizia

Super Mario 3D All-Stars ci porta una completa raccolta dei migliori Mario 3D su Switch. Vale la pena acquistarla? Scopritelo nella nostra recensione

L'idraulico più famoso al mondo compie 35 anni e Nintendo ha deciso di festeggiare questa ricorrenza con una serie di eventi e nuovi titoli. Tra questi spicca senza dubbio Super Mario 3D All-Stars, una raccolta che raccoglie l'eredità di Super Mario All-Stars per SNES e la espande con una nuova selezione di giochi che pesca direttamente dai migliori Mario usciti su Nintendo 64, GameCube e Wii.

Super Mario 3D All-Stars ci propone quindi Super Mario 64, Super Mario Sunshine e Super Mario Galaxy, tutti sottoposti ad un lavoro di pulizia e rimasterizzazione che non altera in alcun modo le esperienze originali e che si limita all'aggiornamento della risoluzione dei tre titoli - ora tutti almeno in HD -, all'aumento della definizione delle texture e all'introduzione del supporto ai 16:9 su Sunshine e Galaxy.

Trattandosi di una raccolta di grandi classici, la recensione non verterà attorno ai giochi in sé, quanto piuttosto sul lavoro svolto da Nintendo e sul come questo possa migliorarne la fruizione al giorno d'oggi. Diamo quindi uno sguardo alle principali caratteristiche dei tre titoli prima di passare alle considerazioni.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Super Mario 3D All-Stars: Nintendo ha scelto l’emulazione

Super Mario 3D All-Stars è in arrivo, il 18 settembre: ma come ha lavorato Nintendo sui tre grandi classici che porta su Switch? A quanto pare ha scelto l’emulazione.

Alla festa per i 35 anni di Super Mario manca solo la torta, ovvero Super Mario 3D All-Stars, la collezione che Nintendo ha annunciato da poco nel direct dedicato all'idraulico baffuto (assieme a tante altre novità), e che è in arrivo tra pochissimo, il 18 settembre. Nel frattempo, però, il gioco è leakato completamente online, e i dataminer si sono messi a lavoro. E hanno scoperto qualcosa di sorprendente - o forse no.

Sappiamo che Super Mario 64, Sunshine e Galaxy riceveranno tutti dei leggeri benefici da questa transizione su Switch: a prima vista quindi l'operazione di Nintendo poteva sembrare un remake forse un po' pigro - o molto fedele agli originali, se preferite -, ma comunque un intervento diretto sul codice dei giochi.

A quanto pare, però, non è andata così: Nintendo, infatti, avrebbe preferito percorrere la strada dell'emulazione. Nello specifico, Super Mario Sunshine e Super Mario Galaxy funzionano su un emulatore chiamato "Hagi", che comprende caratteristiche di Wii e Gamecube (hardware già in origine molto vicini, e con piena retrocompatibilità), e che non utilizza lo standard di sviluppo per Switch, ovvero il sistema NVN, ma l'API Vulkan.


Il meglior rapporto qualità/prezzo del 2020? Xiaomi Mi 10 Lite, in offerta oggi da Mobzilla a 248 euro oppure da Amazon a 294 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Mario Kart Live Home Circuit sfreccia su Amazon: prezzo, versioni e preordini attivi

Due le versioni su Amazon per Mario Kart Live: Home Circuit, ecco prezzo e disponibilità.

Mario Kart Live: Home Circuit è l'ultimo dei tanti progetti svelati da Nintendo in occasione dei 35 anni di Super Mario Bros.. in grado di miscelare la Realtà Aumentata con il mondo di Mario Kart, trasformando la propria casa in un circuito, dove i giocatori potranno sfidarsi grazie a speciali kart radiocomandati dotati di videocamera.

A distanza di due settimane dall'annuncio che ne ha svelato la disponibilità prevista per il 16 ottobre, Amazon ha da poco aperto i preordini sul gioco, permettendoci di conoscere il prezzo di lancio - pari a 109,99 euro - e i due set dedicati ai personaggi di Mario e Luigi.

I giocatori potranno quindi utilizzare una console Nintendo Switch o Switch Lite per gareggiare con il kart telecomandato contenuto nella confezione, creando il proprio circuito personalizzato in una stanza, attraverso i 4 segnaporte e 2 segnali di curva disponibili nella confezione. Il funzionamento del gioco è molto semplice: il kart accelera infatti proprio come se fosse una macchinina, mentre la videocamera trasmette le immagini in tempo reale, e il giocatore segue l'azione in prima persona sullo schermo della console.


Le massime prestazioni al miglior prezzo? Realme X50 Pro, in offerta oggi da Amazon Marketplace a 650 euro oppure da eBay a 743 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Nintendo aumenta la produzione di Switch e invita gli sviluppatori a prepararsi al 4K

Si intensificano i rumor sulla revisione hardware di Switch. Sembra che Nintendo stia chiedendo agli sviluppatori di prepararsi al 4K

Si avvicina uno dei momenti più importanti dell’anno per quanto riguarda la vendita delle console: quello delle festività. Come ben sappiamo, questo periodo non include solo quello natalizio, ma comincia già da metà novembre in quanto abbraccia anche le celebrazioni tipicamente americane, come il Giorno del Ringraziamento.

In questa parte dell'anno si registrano i picchi di vendita per quanto riguarda l'hardware da gioco e sembra che Nintendo non voglia farsi cogliere impreparata: il 2020 è stato un anno particolarmente positivo per Switch, visto che la console ibrida è stata tra gli oggetti più ricercati proprio a causa della pandemia e del grande successo ottenuto da Animal Crossing: New Horizons (lo abbiamo recensito al lancio), quindi le festività di fine anno si preannunciano ancor più importanti che in passato.

Secondo le ultime indiscrezioni riportate da Bloomberg, pare che Nintendo abbia aumentato le sue stime di vendita per l'anno fiscale in corso, passando dall'attuale obiettivo dei 25 milioni di pezzi (che era già stato aumentato rispetto ai 22 milioni inizialmente stimati) ad un più ambizioso target fissato a quota 30 milioni.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Hyrule Warriors: L’era della calamità ufficiale: è il prequel di Breath of the Wild

Nintendo annuncia Hyrule Warriors: L’era della calamità: è il prequel diretto di Breath of the Wild

Nintendo continua a stupirci con annunci a sorpresa e nelle ultime ore ha ufficializzato l'arrivo di Hyrule Warriors: L'era della calamità, pronto a sbarcare sulle Switch di tutto il mondo a partire dal prossimo 20 novembre.

Per chi non conoscesse la serie Hyrule Warriors, si tratta di uno spin-off appartenente al genere dei musou (avete presente i Dynasty Warriors? ecco) che approccia la saga di The Legend of Zelda con un gameplay molto più action e meno legato alla componente esplorativa.

Tuttavia, a differenza del passato, il nuovo capitolo si presenta come un prequel diretto di Breath of the Wild, visto che è ambientato 100 anni prima rispetto alle vicende narrate nel titolo di lancio per Switch. La scelta dei 100 anni non è casuale, in quanto è proprio in questo periodo che si svolge la guerra di Link, Zelda e i Quattro campioni contro la Calamità Ganon che minaccia di distruggere per sempre la pace di Hyrule (spoiler: ci riesce).


Il miglior Galaxy del 2020? Samsung Galaxy S20 Plus, in offerta oggi da Mobzilla a 627 euro oppure da Amazon a 709 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Super Mario 3D All Stars ufficiale: tante novità per i 35 anni di Mario

Nintendo ha presentato il Direct dedicato ai 35 anni di Mario: ufficiale la raccolta per Switch e molti altri titoli e eventi

Dopo mesi di rumor e leak non confermati, Nintendo ha finalmente pubblicato il Direct dedicato ai 35 anni di Super Mario Bros, anticipando l'arrivo di tantissime novità nel corso dei prossimi mesi. I festeggiamenti per il compleanno della celebre mascotte partono sin da ora e andranno avanti sino alla primavera del 2021, ma bando alle ciance: Nintendo ci ha mostrato un lungo Direct ricco di giochi per Switch in arrivo.

SUPER MARIO 3D ALL STARS

Partiamo subito dal pezzo forte della diretta: la casa di Kyoto ha finalmente alzato il velo sulla tanto attesa raccolta dei principali Mario 3D. Questa prende il nome di Super Mario 3D All Stars e, come anticipato dai rumor, include Super Mario 64 (Nintendo 64), Super Mario Sunshine (Nintendo Game Cube) e Super Mario Galaxy (Nintendo Wii), tutti sottoposti ad un lavoro di ripulizia dell'immagine - sono delle remaster, non dei remake -, supporto al formato video 16:9 e ai controlli di movimento di Switch. Non manca anche una sezione dedicata all'ascolto delle colonne sonore di tutti i titoli.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Nintendo eShop: ora è possibile annullare i preordini, fino a una settimana dal lancio

A partire da oggi, i preordini effettuati sull’e-shop di Nintendo potranno essere cancellati, purché ciò avvenga entro sette giorni dall’uscita del gioco.

A partire dalle scorse ore i preordini effettuati sull'eShop di Nintendo potranno essere cancellati, purché ciò avvenga entro sette giorni dall'uscita del gioco. Una novità non di poco conto per i videogiocatori, che magari qualche volta si sono ritrovati a preordinare un gioco che attendevano con ansia e poi a non poter più cambiare idea sull'acquisto al day one.

Per accedere a questa possibilità è necessario accedere allo Shop Menu all'interno delle impostazioni dell'account Nintendo, e annullare l'operazione. Il tutto tramite Nintendo Switch, console di cui è appena stata avvistata una nuova versione presso l'FCC, a pochi giorni dal rumor sull'esistenza di una variante Pro.

Finora l'eShop di Nintendo addebitava i costi ai clienti all'atto del preordine, e non c'era modo di ottenere un rimborso prima del lancio del gioco; d'ora in poi, i costi saranno addebitati solo sette giorni prima dell'uscita del prodotto ludico.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

La collection dei Mario 3D è in arrivo su Switch, ma più tardi del previsto

La collezione dei Mario in 3D starebbe arrivando su Switch, ma non nei tempi previsti inizialmente da Nintendo.

In questa estate particolare non abbiamo sentito particolarmente la mancanza dell'appuntamento centrale per tutta l'industria videoludica, ovvero l'E3 (cancellato a causa dell'emergenza sanitaria), grazie a Sony e Microsoft che stanno preparando il lancio della next-gen, in arrivo a fine anno.

Discorso diverso per Nintendo, che si è mossa solo per eventi minori come i due Direct Mini (l'ultima proprio giovedì scorso) e l'Indie Showcase. Insomma, se si parla del futuro di Switch, si parla di rumor: e tra questi sicuramente spicca quello di una collezione dei Mario 3D (e una versione Deluxe di Super Mario 3D World, uscito su Wii U) in arrivo sulla console ibrida per celebrare i 35 anni dell'idraulico più famoso di sempre.

La settimana scorsa hanno preso a circolare voci su un Direct vero e proprio (e non in formato ridotto) in arrivo venerdì, e sembrava insomma che fosse arrivato il momento: sappiamo tutti com'è andata a finire. L'anniversario di Mario, nello specifico, cade il 13 settembre: e a quanto pare il piano iniziale di Nintendo era quello di rilasciare la collection (comprensiva delle remastered di Mario 64, Sunshine e di almeno uno dei due Galaxy) proprio in tempo per spegnere le candeline. Ma la pandemia ha stravolto i piani.


Il TOP di gamma più piccolo di Apple? Apple iPhone SE, in offerta oggi da Emarevolution a 392 euro oppure da Amazon a 484 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE