GeForce RTX 3090 con design blower, la prima versione è di Gigabyte

Gigabyte mostra la prima versione con dissipatore blower della GeForce RTX 3090

Gigabyte ha svelato la prima GeForce RTX 30 con design blower, una soluzione che NVIDIA ha definitivamente abbandonato sulle RTX Founders Edition - in favore della tecnologia Dual Axial - ma che probabilmente vedremo sui modelli più economici con design reference proposti dai partner. La cosa che più sorprende se vogliamo è che il produttore taiwanese ha optato per questo tipo di dissipazione sul modello di punta GeForce RTX 3090, scheda potentissima e decisamente esigente in termini di dissipazione termica.

Come tutte le schede grafiche con design blower, la Gigabyte RTX 3090 TURBO 24G utilizza una singola ventola posta sulla parte finale del PCB, in corrispondenza dei due connettori di alimentazione PCI-E 8pin, collocati però sul retro della scheda. Per ottimizzare la dissipazione della componentistica, e soprattutto dei 24 chip GDDR6X di memoria, è presente inoltre un robusto backplate che opera in tandem con il generoso corpo lamellare posto sotto la cover.

Non sappiamo che efficienza possa avere questo dissipatore sulla GeForce RTX 3090, ma è fuori dubbio che siamo lontani dalle prestazioni offerte da quello utilizzato per la Founder Edition, senza considerare i prodotti completamente custom dei partner. Gigabyte non ha comunicato le frequenze GPU della scheda, i 24GB di VRAM invece operano a 19,5 Gbps su BUS a 384 bit.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

GeForce RTX 3090: fino al 23% più veloce di RTX 3080 nei primi benchmark

GeForce RTX 3090 si mostra nei primi benchmark, i risultati sono in linea con quanto ci si aspettava.

Dopo il clamore suscitato dalla GeForce RTX 3080 e dalle prime recensioni indipendenti (la nostra inclusa), l'attenzione si sposta ora sulla GeForce RTX 3090, modello più potente della serie GeForce RTX 30 basata su architettura Ampere presentata a inizio meswe, atteso al debutto per il 24 di settembre. Nelle ultime ore sono emersi numerosi benchmark della top di gamma NVIDIA che, sostanzialmente, confermano quanto ci si aspettava: prestazioni di altissimo livello che però non sono molto distanti da GeForce RTX 3080, questo nonostante il prezzo praticamente doppio (719 vs 1.549 euro).

Nonostante l'NDA imposto da NVIDIA, il portale cinese techlab ha pubblicato una vera e propria videorecensione della GeForce RTX 3090 (attualmente non consultabile), testata in diversi giochi nonchè nei test sintetici della suite 3DMark. I titoli utilizzati sono diversi e vanno da Metro Exodus a Far Cry 5 e Control, mostrando un confronto con GeForce RTX 3080; a seguire vi proponiamo la comparazione finale:

GeForce RTX 3090 prestazioni vs GeForce RTX 3080 (maggiori dettagli nel VIA).


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Gigabyte conferma le GeForce RTX 3080 20GB e RTX 3070 16GB

Gigabyte conferma l’esistenza della GeForce RTX 3070 16GB e della RTX 3080 20GB.

Mentre tutti parlano di GeForce RTX 3080 e delle difficoltà a reperirla, il partner Gigabyte svela e conferma (non sappiamo se intenzionalmente) l'esistenza della GeForce RTX 3080 20GB nonché della più interessante GeForce RTX 3070 16GB, già anticipata da Lenovo a ridosso dell'annuncio ufficiale di NVIDIA del primo di settembre.

Le informazioni sono trapelate dal sito AORUS di Hong Kong utilizzato da Gigabyte per il riscatto dei codici del gioco Watch Dogs Legion, un portale che richiede ovviamente la registrazione dell'utente (diversamente non è consultabile) ma che non è sfuggito ai colleghi di videocardz.

L'esistenza di una GeForce RTX 3080 con 20GB di memoria era quasi certa, mentre per la GeForce RTX 3070 16GB c'erano ancora dubbi, se non altro perché potrebbe essere un prodotto che, viste le specifiche tecniche, sarebbe capace di disturbare le vendite dei modelli di fascia superiore.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

GeForce RTX 3080 overcloccata a 2,3 GHz, è record mondiale nel 3DMark

La GeForce RTX 3080 non si fa attendere e segna subito il nuovo world record nel 3DMark.

Dopo una presentazione in grande stile, seguita purtroppo da una fase post-lancio non proprio brillante in quanto a disponibilità, la GeForce RTX 3080 (QUI la nostra recensione) è riuscita comunque ad arrivare sotto le mani dei primi overclocker che, inutile dirlo, non si sono risparmiati e hanno messo sotto torchio la nuova ammiraglia NVIDIA.

Il team TecLab, guidato dal noto overclocker rbuass, ha postato i primi risultati dei test effettuati su una Galax SG GeForce RTX 3080, il tutto ovviamente con un pesante overclock che ha portato il team a far segnare il nuovo world record nel benchmark 3DMark Time Spy Extreme.

Per l'occasione la GeForce RTX 3080 è stata appositamente moddata (per aggiustare meglio la tensione e non solo) e raffreddata ad azoto liquido; il risultato è stato una frequenza GPU di 2310 MHz che ha permesso di raggiungere i 10595 punti nello score grafico del 3DMark (10075 lo score combinato CPU/GPU). Da segnalare che la GeForce RTX 3080 era in buona compagnia, con l'Intel Core i9-10900K impostato a 6,1 GHz, sempre raffreddato ad azoto.


Il miglior Galaxy del 2020? Samsung Galaxy S20 Plus, in offerta oggi da Mobzilla a 625 euro oppure da Unieuro a 739 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

NVIDIA Shield TV Pro, arriva l’upscaling AI 4K con GeForce Now e GameStream

Nviai abilita la funzione di upscaling AI su Shield TV pro del 2019, la funzione è disponibile con Game Stream e Geforce Now

Verso la fine di agosto Nvidia ha rilasciato un aggiornamento software per le Shield TV, dichiarando che molto presto avrebbe abilitato il supporto all'upscaling basato sull'AI per GeForce Now su Shield TV Pro.

La società ha mantenuto fede alla parola data e proprio in questi giorni è in fase di rilascio un aggiornamento dell'applicazione Nvidia Games. I primi segni sono arrivati ad inizio settimana da un utente Reddit e a quanto pare i benefici a livello grafico sono disponibili sia per i giochi trasmessi in streaming localmente, sia per quelli eseguiti in cloud.

Il mese scorso NVIDIA ha migliorato la sua tecnologia di upscaling AI introducendo il supporto fino alla risoluzione 4K UHD e 60 fps massimi. Lo stesso upscaler AI trova ora applicazione con i flussi video di gioco, sia locali che basati su cloud, al momento solo su SHIELD TV Pro.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

NVIDIA RTX 3080: pessimo lancio per una grande scheda. Cosa è successo

Bot hanno fatto piazza pulita delle scorte

Le qualità della GeForce RTX 3080 sono indubbie - ve le abbiamo raccontate nella nostra recensione - ma quello che doveva essere un bel giorno per gli appassionati in attesa di acquistarla si è invece concluso tra la rabbia e la delusione per non essere riusciti ad effettuare l'ordine. Le vendite della nuova scheda video di fascia alta di Nvidia hanno preso ufficialmente il via ieri, in Italia sono stati pochi i fortunati acquirenti ma anche all'estero la situazione non è stata molto diversa.

Scorte limitate? Domanda elevata? Qualche furbetto che ha escogitato metodi per lucrare ai danni dei semplici utenti finali? Tutto vero, e a questo si aggiungono dei controlli sugli acquisti delle Founder's effettuati tramite il sito ufficiale che Nvidia avrebbe probabilmente dovuto effettuare con più attenzione.


Il TOP di gamma più piccolo di Apple? Apple iPhone SE, in offerta oggi da Mobzilla a 398 euro oppure da Amazon a 483 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Nvidia GeForce RTX 3080 disponibile da oggi in Italia: dove comprarla

Le vendite potrebbero partire alle 15:00 ora italiana

È un giorno importante per chi è in attesa dell'arrivo della nuova Nvidia RTX 3080, la scheda video di fascia alta che segna un passo avanti importante in termini di prestazioni rispetto alla precedente generazione e che viene proposta ad un prezzo oggettivamente vantaggioso, considerato che è più veloce della 2080 Ti ma costa quasi la metà (719 euro vs 1259 euro*) - tutti i dettagli nella nostra recensione. Oggi prendono infatti il via le vendite della RTX 3080 e molti appassionati potrebbero essere interessati ad accaparrarsi uno dei primi esemplari.

La scheda sarà disponibile in versione Founders Edition - che di fatto può considerata una custom, viste le modifiche apportate al PCB rispetto al reference design e l'esclusivo sistema di dissipazione - e in quelle custom dei partner. Nvidia nei giorni scorsi si è limitata a sottolineare che le vendite della 3080 Founders Edition partiranno oggi sul sito ufficiale.

Grazie ad un responsabile di Nvidia che si è espresso su Reddit si aggiunge un dettaglio importante sull'orario di apertura degli ordini: 6 AM PST, ha sottolineato il community manager, rispondendo ad un utente che chiedeva chiarimenti al riguardo.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

GeForce RTX 3090 ed RTX 3080: prime immagini del PCB reference

Dalla rete arrivano le prime immagini dei PCB reference delle

Mentre siamo tutti in attesa di vedere come si comporterà la GeForce RTX 3080 nelle prime recensioni, dalla rete emergono nuove immagini del PCB "reference" dei modelli di punta GeForce RTX 3090 ed RTX 3080, in sostanza quello che vedremo a bordo delle schede grafiche proposte dai partner NVIDIA e quindi anche dei prodotti completamente custom.

Prima di passare alle immagini in questione, facciamo un breve riepilogo della situazione. Le GeForce RTX 3090 e GeForce RTX 3080 Founders Edition utilizzano rispettivamente un board design PG133 e PG136, mentre il design del PCB destinato ai produttori di schede grafiche sarà quello reference, ossia il PG132, questo sia per GeForce RTX 3090 che per GeForce RTX 3080.

Come già noto, il PCB delle Founders Edition (RTX 3080 nella foto sopra) ha un design completamente diverso dalle schede reference: quest'ultimo ha una forma che possiamo definire "classica", mentre quello FE di NVIDIA presenta un design a V nella parte posteriore della scheda oltre a un Power Stage differente.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Recensione NVIDIA GeForce RTX 3080, il 4K non sarà più un sogno! Video

Ecco la nostra recensione della nuova NVIDIA GeForce RTX 3080 messa a confronto con la top di gamma della serie 20: RTX 2080 Ti. Chi la spunterà? E sopratutto di quanto?

"Il più grande salto generazionale di sempre", così ha esordito il CEO di NVIDIA quando dalla sua cucina ha iniziato a parlare delle nuove GPU GeForce RTX della serie 30 e, snocciolando le sole caratteristiche tecniche delle schede grafiche, è davvero difficile dargli torto. Le GPU annunciate una decina di giorni fa integrano quanto di meglio è possibile reperire attualmente in termini di hardware ma anche di ottimizzazione software e intelligenza artificiale. Tutto questo con un prezzo di listino, per le versioni Founder's Edition, estremamente allettante.

Si dice che NVIDIA abbia letteralmente ammazzato il mercato; sicuramente quello dell'usato, che ha visto un incredibile calo delle valutazioni delle vecchie Serie 20. Provate oggi a vendere una "vecchia" 2080 e vedrete le proposte di prezzo assurde che riceverete; ma questa è un'altra storia, quello che vogliamo fare oggi è verificare e quantificare questo salto generazionale. Per questo motivo abbiamo preso la nuova RTX 3080 e l'abbiamo messa a confronto con la nostra 2080 Ti, entrambe in versione Founder's. Cosa ne è uscito? Scopriamolo insieme.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

RTX ON: Fortnite accende il ray-tracing, la patch disponibile dal 17 settembre

NVIDIA annuncia ufficialmente l’arrivo della patch che permetterà di sfruttare la tecnologia RTX su Fortnite.

NVIDIA, è ufficiale: il 17 settembre sarà finalmente disponibile la patch che permetterà di sfruttare appieno la tecnologia ray-tracing su Fortnite. Dopo un primo annuncio avvenuto in contemporanea al lancio delle nuove schede grafiche GeForce RTX 30, NVIDIA ed Epic Games sono finalmente pronte per portare a un livello superiore l'esperienza di gioco di uno dei titoli più giocati al mondo.

La nuova patch per per Fortnite permetterà di godere del ray-tracing in tempo reale e di sfruttare ovviamente la tecnologia DLSS (debuttata a marzo) che, come già discusso in altre occasioni, sfrutta l'intelligenza artificiale per l'upscaling della risoluzione risparmiando potenza della GPU.

Il risultato sarà un netto aumento del framerate e, più in generale, un'esperienza di gioco più realistica grazie alla possibilità di sfruttare l'Ambient Occlusion e in generale tutte le migliorie garantite dalla nuova generazione di schede NVIDIA. Tra queste ricordiamo anche il Reflex Low Latency che permette di ridurre i tempi di latenza.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE