Tastiera gaming Razer Huntsman Mini: compatta e con poche rinunce

Razer Huntsman Mini è la prima tastiera da gioco compatta del produttore, ottima per la mobilità.

Spazi ed ingombri ridotti sono le parole chiave della nuova tastiera Razer Huntsman Mini, una versione più compatta della serie di tastiere Huntsman (sulla breccia da un paio d'anni), ideata per soddisfare le esigenze dei videogiocatori che necessitano di maggior spazio sulla scrivania.

Razer Huntsman Mini impiega un fattore di forma del 60%, senza rinunciare a due tipi di switch ottici e ad una doppia colorazione. Per scendere a compromessi con le dimensioni, Razer ha privato questa tastiera della fila di tasti funzione, del gruppo home e del tastierino numerico, ricollocandoli attraverso funzioni secondarie e scorciatoie, ai lati di alcuni pulsanti specifici.

Formato dunque ridotto, ma senza tante rinunce, soprattutto per la parte gaming, che racchiude tutto il meglio della tecnologia Razer. Gli Switch opto-meccanici vengono infatti proposti in due varianti:


Il miglior Galaxy del 2020? Samsung Galaxy S20 Plus, in offerta oggi da interteria a 681 euro oppure da Yeppon a 774 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Razer Phone 3: se fosse esistito, sarebbe stato così

Presunte, per lo meno: sono comparse sulla piattaforma di compravendita cinese Taobao.

Il Razer Phone 3 che mai fu si mostra nelle primissime foto online: un prototipo è comparso sulla piattaforma di ecommerce Taobao (una sorta di eBay/Amazon Marketplace cinese appartenente al gruppo Alibaba). O almeno così dice il venditore: è difficile confermare le informazioni visto che all'epoca non c'erano stati leak a riguardo.

Vero è che un minimo di plausibilità c'è. Il design ricorda chiaramente i modelli di prima e seconda generazione, derivati a loro volta dal Nextbit Robin. Le cornici superiore e inferiore sono leggermente più sottili, ma la vera novità degna di nota è modulo fotocamera principale triplo - un inedito per gli smartphone Razer. Tutto il resto è perfettamente in linea con i predecessori - incluso il layout dei pulsanti e la posizione delle fotocamere anteriori.

Razer fu uno dei primissimi brand ad avere l'idea della nicchia degli smartphone gaming. Dopo aver acquisito Nextbit, che aveva prodotto il suo primo smartphone chiamato Robin grazie al crowd funding, presentò il Razer Phone nel 2017. Arrivò un sequel nel 2018; ma riguardo al terzo capitolo, nonostante alcune indiscrezioni iniziali, lo stesso CEO di Razer aveva smorzato gli entusiasmi.


Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da Mobzilla a 452 euro oppure da Unieuro a 589 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE