Volkswagen ID.3: dal 20 luglio tutti la potranno ordinare

Si aprono finalmente per tutti gli ordini della Volkswagen ID.3; a partire dal 20 luglio si potrà scegliere tra 7 varianti preconfigurate.

Finalmente, la Volkswagen ID.3 potrà essere ordinata da tutti quanti a partire dal prossimo 20 di luglio. La casa tedesca sta concludendo la gestione della versione in edizione limitata 1ST i cui primi clienti la riceveranno a partire da settembre. Adesso, è venuto il momento per chi non aveva preordinato questa speciale variante dell'auto elettrica di poter prenotare il "modello standard" presso i concessionari.

VIA AGLI ORDINI

A partire dal 20 luglio, i clienti di molti Paesi europei potranno scegliere tra 7 versioni differenti preconfigurate dell'autovettura. Inoltre, contestualmente, potranno ordinare l'eventuale wallbox per la ricarica casalinga tra quelle messe a disposizione dal marchio tedesco.

Life - Style – Business – Family – Tech – Max: si tratta di sei delle 7 varianti preconfigurate che si potranno ordinare con le consegne previste a partire dal mese di ottobre. Si basano, tutte, sulla versione ID.3 Pro Performance con una batteria da 58 kWh, autonomia di 420 Km secondo il ciclo WLTP (Qui la guida) e motore da 150 kW e 310 Nm di coppia (ordinabile). Chi la riceverà ad ottobre, potrà contare su di un aggiornamento che porterà in dote il sistema AppConnect e l'Head-up display con realtà aumentata ma solo per le versioni Tech e Max. Tutti i modelli consegnati nel primo trimestre del 2021 saranno già dotati di tutte le funzioni.


Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da Mobzilla a 452 euro oppure da Unieuro a 589 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Volkswagen ID.3: più autonomia con le Bridgestone Turanza Eco

Per massimizzare l’efficienza, l’elettrica Volkswagen ID.3 sarà dotata degli pneumatici Bridgestone Turanza Eco dotati della tecnologia Enliten.

L'efficienza di un'auto elettrica passa anche dalla scelta degli pneumatici che possano garantire una bassa resistenza al rotolamento. Volkswagen ha deciso di dotare la sua elettrica ID.3 che a settembre inizierà ad arrivare nelle mani dei primi clienti, degli innovativi pneumatici Bridgestone Turanza Eco che dispongono della tecnologia Enliten.

Secondo il produttore giapponese, questa tecnologia garantisce una resistenza al rotolamento molto bassa, sino al 30% in meno rispetto ad uno pneumatico estivo standard. Questo significa che tale soluzione permette all'auto di migliorare i consumi e quindi, la sua autonomia. Inoltre, le gomme sono più leggere del 20% con un risparmio di 2 Kg. Il tutto, garantendo sempre un alto livello di sicurezza in tutte le condizioni di utilizzo.

Il materiale utilizzato per creare questi pneumatici dotati della tecnologia Enliten ha permesso di migliorare la resistenza all'usura, senza che il grip ne risenta. Cavità e il disegno del battistrada sono stati realizzati in 3D per assicurare le massime prestazioni sul bagnato. La Volkswagen ID.3, dunque, potrà contare su pneumatici leggeri, con una bassa resistenza al rotolamento e in grado di garantire il piacere di guida.


Il meglior rapporto qualità/prezzo del 2020? Xiaomi Mi 10 Lite, in offerta oggi da Mobzilla a 268 euro oppure da Unieuro a 379 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Una Volkswagen e-up! elettrica per la Polizia di Verona

Una Volkswagen e-up! elettrica entra a far parte della flotta della Polizia di Verona; continua il rinnovo del parco vetture della Polizia di Stato con veicoli a zero emissioni.

Le auto ad emissioni zero stanno trovando sempre più posto all'interno delle flotte della Polizia di Stato italiana. In ordine di tempo, l'ultimo caso riguarda l'elettrica Volkswagen e-up! che è entrata a far parte del parco vetture della Polizia di Verona. Il veicolo sarà utilizzato dagli agenti per pattugliare il centro storico della città.

La sua natura elettrica rende l'autovettura perfetta a questo scopo visto che la piccola tedesca non emette emissioni inquinanti. Inoltre, le dimensioni compatte sono l'ideale per muoversi con agilità all'intero del centro urbano. Come sottolinea il Questore di Verona Ivana Petricca, l'auto "si muoverà coprendo piazze e vie del centro città, aree pedonali frequentate da cittadini, turisti e dense di attività commerciali e ricettive, a vantaggio del rapporto di prossimità e di contatto con la cittadinanza".

La consegna dell'elettrica è avvenuta durante una cerimonia che si è svolta in Piazza dei Signori a Verona dove Massimo Nordio, Amministratore Delegato di Volkswagen Group Italia, ha affidato al Questore, Ivana Petricca, le chiavi della vettura che per l'occasione è stata rivista nel look con la livrea ufficiale della Polizia.


Il TOP di gamma più piccolo di Apple? Apple iPhone SE, in offerta oggi da Mobzilla a 427 euro oppure da Media World a 488 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Volkswagen, a Emden si produrranno auto elettriche: al via i lavori di riconversione

Volkswagen ha iniziato i lavori di riconversione della fabbrica di Emden da cui usciranno molte delle sue auto elettriche, compresa la ID.4.

Volkswagen prosegue i suoi investimenti sulla mobilità elettrica nonostante il duro impatto che la crisi sanitaria ha generato su tutto il mondo dell'auto. Il marchio tedesco ha fatto sapere di aver iniziato i lavori di riconversione dell'impianto che si trova a Emden. Le prime auto a batteria usciranno dalle linee di assemblaggio dal 2022. L'investimento complessivo per questi lavori è di 1 miliardo di euro.

Da tale stabilimento uscirà la ID.4 che Volkswagen punta a presentare entro la fine dell'anno e di cui abbiamo visto le prime foto dal vivo di recente. Saranno prodotti anche ulteriori modelli elettrici che debutteranno in futuro. Attualmente vengono assemblate le Passat e le Arteon: tali modelli continueranno ad essere realizzati ancora qui per diversi anni, durante un periodo di transizione che porterà la fabbrica ad essere uno dei baricentri della strategia elettrica del marchio tedesco.

Una volta a regime, ogni anno saranno prodotti 300.000 veicoli elettrici. Il progetto di riconversione riguarda soprattutto la realizzazione di un nuovo capannone con una superficie di quasi 50.000 metri quadrati in cui saranno costruiti i modelli a batteria. Saranno ristrutturati e ampliati anche altri reparti della fabbrica. Nel loro insieme, i lavori dovrebbero essere completati entro l'estate del 2021.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Volkswagen Tiguan, con il restyling debutta la versione Plug-in

Volkswagen ha portato al debutto il restyling della Tiguan; oltre a tanta tecnologia in più arriva il nuovo motore ibrido Plug-in.

Volkswagen porta al debutto il restyling della sua Tiguan, un modello molto importante visto che nel 2019 ha ottenuto un vero e proprio record di vendite. Questa nuova vettura avrà, dunque, il difficile compito di ottenere risultati ancora migliori. Le novità sono molte, con alcuni ritocchi al design, una tecnologia più evoluta a livello di infotainment e con il nuovo motore Plug-in. Sarà proposta negli allestimenti Life, Elegance e R-Line, oltre a quello base. Nessuna menzione per quanto riguarda i prezzi italiani.

NUOVA TIGUAN

Tutti gli allestimenti possono disporre dei nuovi fari a LED. Sul fronte del design, si nota l'influenza stilistica degli ultimi modelli del marchio tedesco. I paraurti anteriori e posteriori sono stati ridisegnati. Anche il cofano è stato oggetto di modifiche. La griglia anteriore al cui interno è presente il logo Volkswagen presenta, adesso, dimensioni più grandi. Complessivamente, l'aspetto appare più muscoloso.

L'abitacolo non viene stravolto ma arriva molta più tecnologia grazie al nuovo infotainment connesso di ultima generazione già visto su molti recenti modelli del costruttore tedesco. Per gestire la climatizzazione interna sono stati collocati nuovi tasti touch. Nuovo è pure il volante, multifunzione, sempre con comandi touch. Parlando di ADAS, invece, arrivano le più raffinate soluzioni progettate dal marchio e, in particolare, Travel Assist, un sistema di guida semi-autonoma di Livello 2 in grado di funzionare sino ad una velocità di 210 Km/h.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Volkswagen registra il nome e-Samba: è l’ID.Buzz? | Rumor

Volkswagen ha registrato in Europa il nome e-Samba; sarà questo il nome del modello di serie dell’ID.Buzz?

Volkswagen potrebbe aver scelto il nome finale del suo ID.Buzz. Il costruttore, infatti, ha registrato in Europa il nome e-Samba. Di certo non c'è nulla, ovviamente, ma la scelta di questo preciso nome farebbe propendere per questa possibilità. Samba, infatti, è una delle versioni del famoso Transporter T1, quella caratterizzata da contenuti maggiormente raffinati. ID.Buzz, invece, è un concept di un furgone elettrico che rivede in chiave moderna proprio l'iconico Samba.

Un modello che secondo i piani di Volkswagen dovrebbe debuttare nel 2022 ed essere sviluppato sempre sulla ben nota piattaforma modulare MEB. Il prototipo disponeva di due motori elettrici e di un pacco batteria da 111 kWh. Il modello di serie certamente sarà offerto in diverse configurazioni. Se la versione finale di ID.Buzz venisse davvero chiamata e-Samba sarebbe certamente una scelta ricca di significato.

Tuttavia, al momento si tratta solamente di speculazioni. Il nome registrato potrebbe servire pure per qualche altro veicolo elettrico, magari realizzato in collaborazione con eClassics come l'e-Bulli, presentato di recente, che è una versione rivista a batteria del T1. Maggiori informazioni, in tal senso, sicuramente arriveranno nel corso dei prossimi mesi.


Il miglior Galaxy del 2020? Samsung Galaxy S20 Plus, in offerta oggi da Mobzilla a 689 euro oppure da Yeppon a 877 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Volkswagen: la fabbrica di Zwickau produrrà solamente auto elettriche

Dalla fabbrica di Zwickau è uscita l’ultima auto endotermica; da adesso in poi saranno prodotti solamente veicoli elettrici del Gruppo Volkswagen.

Un segnale che rappresenta davvero nel concreto la nuova strategia di elettrificazione di Volkswagen. Dallo stabilimento di Zwickau è uscita l'ultima auto dotata di un motore endotermico. Nello specifico si tratta di una Golf di settima generazione caratterizzata da un propulsore a benzina di 2 litri, ordinata da un cliente tedesco nella colorazione Oryx White Pearl. Dopo ben 116 anni di attività, da questa fabbrica non uscirà più alcun veicolo dotato di un motore endotermico. Da tale sito, nel corso della sua lunga storia, sono usciti modelli Horch, Audi, Trabant e, negli ultimi 30 anni, Volkswagen.

Complessivamente, a Zwickau sono state prodotte esattamente 6.049.207 auto Volkswagen: Polo, Golf, Golf Variant, Passat e Passat Variant. Il futuro di questo stabilimento è tutto legato al mondo elettrico. Il sito, infatti, sarà convertito per costruire solamente veicoli a batteria. I lavori di ristrutturazione sono già iniziati. Inizialmente, si produrranno la ID.3, la futura ID.4 ed un SUV del marchio Audi.

Una volta a regime, ogni anno dallo stabilimento dovrebbero essere prodotte ben 330.000 vetture a batteria, 6 modelli basati sulla piattaforma MEB per 3 marchi del Gruppo. L'investimento per la conversione ammonta a ben 1,2 miliardi di euro. Tutti i dipendenti saranno formati per essere pronti per la produzione di auto elettriche.


Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da Mobzilla a 458 euro oppure da Unieuro a 572 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Volkswagen ID.3 R: la sportiva elettrica arriverà nel 2024 | Rumor

Volkswagen ID.3 R ad alte prestazioni potrebbe arrivare nel 2024.

A settembre inizieranno le prime consegne della Volkswagen ID.3 ma si continua a parlare della futura versione ad alte prestazioni "R" che, secondo Autocar, potrebbe arrivare nel 2024. Come riporta la fonte, la firma che sancirebbe il via libera al progetto potrebbe arrivare molto presto.

L'arrivo di una Volkswagen ID.3 R significherebbe molte cose sul piano tecnico. La potenza sarà certamente incrementata e si parla già di 223 kW (poco più di 300 CV). Inoltre, potrebbe pure arrivare la trazione integrale che non si vedrà all'interno dell'attuale ID.3 "standard", nemmeno nella versione più potente. Ma con la rapida evoluzione della tecnologia delle auto elettriche, per il 2024 potrebbero arrivare ulteriori novità su fronte dei motori e delle prestazioni.

Ovviamente, come tutte le indiscrezioni anche questa va presa con le dovute cautele. Prima di tutto, la compatta elettrica dovrà debuttare sul mercato e dimostrare la sua bontà. Non rimane quindi che attendere l'arrivo di nuovi rapporti per capire come si muoverà il marchio tedesco e se la versione R della sua auto elettrica debutterà davvero nel 2024.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Nuova Volkswagen Arteon: adesso anche Shooting Brake e ibrida Plug-in

Volkswagen ha portato al debutto il restyling della Arteon che diventa anche Shooting Brake e può essere equipaggiata con un motore ibrido Plug-in.

Volkswagen ha annunciato il debutto del restyling della sua Arteon. Si tratta di un aggiornamento molto importante anche perché l'auto si "sdoppia" con l'arrivo della versione Shooting Brake. Inoltre, è disponibile, per entrambi i modelli, una motorizzazione ibrida Plug-in. Per soddisfare i palati più sportivi è presente pure una variante R ad alte prestazioni. Il listino per il mercato italiano non è ancora stato definito. La nuova Arteon, comunque, debutterà entro fine anno.

NUOVA VOLKSWAGEN ARTEON

L'aggiornamento introduce un nuovo design. Le novità maggiori sono a livello del frontale con una calandra ridisegnata dove spicca la striscia luminosa a LED delle luci diurne. Nuove sono pure le prese d'aria nella parte inferiore. Rivisto anche il posteriore dove spiccano nuovi fari sempre a LED. Ovviamente, la vera novità è l'arrivo della Shooting Brake che offre uno stile da station wagon ma con una linea filante da coupé.

L'attenzione al dettaglio ha permesso pure di ottimizzare l'aerodinamica. La nuova Arteon misura 4.862 mm in lunghezza (4.863 la Shooting Brake), 1.868 mm in larghezza e 1.427 mm in altezza. Dimensioni importanti che favoriscono, però, l'abitabilità. Lo spazio massimo per le gambe nella parte posteriore è di ben 1.016 mm. Parlando di bagagliaio, la Shooting Brake può disporre di ben 565 litri di capacità (563 litri la berlina) che può arrivare a ben 1.632 litri (1.557 litri la berlina) con i sedili posteriori abbattuti.


Il miglior Galaxy del 2020? Samsung Galaxy S20 Plus, in offerta oggi da Emarevolution a 695 euro oppure da Unieuro a 890 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Volkswagen ID. Buggy: il Dune Buggy elettrico non si farà

La Volkswagen ID. Buggy non si farà; la startup che la doveva produrre ha cancellato il progetto per via di problemi finanziari.

ID. Buggy, l'innovativo Dune Buggy elettrico di Volkswagen presentato al Salone di Ginevra 2019, non si farà e rimarrà solamente una concept car. I piani iniziali prevedevano una piccola produzione grazie ad un accordo con e.GO mobile ma a seguito di una serie di problemi finanziari della startup tedesca, il progetto è tramontato. Volkswagen non intende produrre direttamente questo modello in quanto vuole impegnarsi solo sulla produzione di auto su grande scala.

Si tratta di un vero peccato in quanto questo Dune Buggy elettrico aveva raccolto molti consensi in quanto prometteva un grande divertimento alla guida viste le sue caratteristiche tecniche. Basato sulla piattaforma modulare MEB, la stessa su cui poggia la ID.3, questo veicolo disponeva di un motore elettrico in grado di erogare 150 kW e 310 Nm di coppia. La batteria offriva una capacità netta di 58 kWh. La trazione sarebbe stata posteriore.

Le prestazioni dichiarate erano molto interessanti. La velocità massima raggiungeva i 160 Km/h, mentre l'accelerazione per raggiungere i 100 Km/h richiedeva 7,2 secondi. Vista la destinazione d'uso del modello, Volkswagen aveva pensato a interni in grado di offrire una protezione da acqua, polvere e sabbia per la massima praticità. ID. Buggy sarebbe stato davvero divertente da condurre. Purtroppo non lo vedremo mai su strada.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE