Microsoft e Google, segnali d’intesa: insieme per le PWA sul Play Store

Le due società stanno lavorando per rendere compatibili tra loro i rispettivi tool per crearle.

Google e Microsoft accelerano sulle PWA nel Play Store: le due società hanno annunciato una nuova partnership per semplificare il lavoro di pubblicazione agli sviluppatori, rendendo compatibili l'uno con l'altro i rispettivi tool, Bubblewrap di Google e PWABuilder di Microsoft.

Le Progressive Web App possono essere viste, semplificando, come dei siti Web con alcune caratteristiche speciali tipiche delle app - possono inviare notifiche, per esempio, essere usate offline, avere un'icona nel menu start o nel drawer e molto altro ancora. PWABuilder e Bubblewrap sono complementari, ma non del tutto identici: il primo aiuta gli sviluppatori a realizzare delle PWA da siti già esistenti e a pubblicarle in vari negozi di applicazioni, mentre il secondo è più specifico: genera e firma pacchetti di PWA validi per il Play Store.

L'uno sopperisce alle mancanze dell'altro: PWABuilder, per esempio, è l'unico a supportare lo standard Web Shortcuts (che su Windows significa i collegamenti rapidi quando si clicca con il tasto destro su un'icona nella taskbar), mentre solo Bubblewrap supporta tutte le opzioni di attività web disponibili su Android.


Il TOP di gamma più piccolo di Apple? Apple iPhone SE, in offerta oggi da Mobzilla a 427 euro oppure da Unieuro a 499 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Nokia 2.4, nome in codice Wolverine, è pronto a graffiare la fascia bassa

Il dispositivo dal nome in codice Wolverine dovrebbe essere Nokia 2.4, pronto ad occupare la fascia bassa del catalogo rinnovando l’hardware del predecessore 2.3.

Nokia è pronta ad arrivare sul mercato con due dei fantastici quattro: Captain America e Wolverine. E cioè i nomi in codice associati, rispettivamente, al medio-gamma Nokia 5.2, e a un dispositivo inedito, che ha di recente tirato fuori gli artigli su GeekBench: Nokia 2.4.

Che non sarà fantastico sotto il profilo dell'hardware possiamo già dirlo da quanto emerge dai benchmark: probabilmente lo sarà però sotto il profilo del prezzo, dal momento che stiamo parlando di un dispositivo entry level, destinato a raccogliere l'eredità di Nokia 2.3 (è lui il dispositivo che vedete nell'immagine di apertura).

Sotto la scocca ci sarà il SoC Mediatek Helio P22, associato a 2 GB di RAM, il tutto mosso da Android 10. Sul lato tecnico questo Wolverine non graffia, è vero, ma si tratta di un prodotto che come il suo predecessore potrà facilmente ondeggiare anche sotto i 100 euro di listino.


Il TOP di gamma più piccolo di Apple? Apple iPhone SE, in offerta oggi da Mobzilla a 427 euro oppure da Unieuro a 499 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Ubisoft spinge sul mobile: arrivano Tom Clancy’s Elite Squad e Brawlhalla

Brawlhalla e Tom Clancy’s Elite Squad per iOS e Android sono stati protagonisti all’Ubisoft Forward

In occasione dell'Ubisoft Forward che si è svolto ieri sera si è parlato anche dei titoli in uscita sui dispositivi mobile ed in particolare di Brawlhalla e Tom Clancy's Elite Squad, la cui presentazione è avvenuta l'anno scorso in occasione dell'E3.

BRAWLHALLA

Brawlhalla, il divertente gioco di combattimento free to play disponibile su console e PC, approderà il 6 agosto anche su smartphone e tablet con un'edizione che supporterà il cross-play tra Nintendo Switch, PlayStation 4, Xbox One e PC Windows, consentendo ai giocatori di divertirsi assieme a prescindere dalla piattaforma.


Il TOP di gamma più piccolo di Apple? Apple iPhone SE, in offerta oggi da Mobzilla a 427 euro oppure da Unieuro a 499 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Galaxy Note 8, sicurezza in primo piano con le patch di luglio (non ancora in Italia)

Nuovo aggiornamento per Galaxy Note 8: è il turno delle patch di luglio

Samsung ha cominciato a rilasciare un nuovo aggiornamento per il suo Galaxy Note 8; il top di gamma di fine 2017, ormai escluso dalla cerchia dei dispositivi in grado di ricevere ulteriori major update, può consolarsi con le patch di sicurezza Android di luglio.

Gli avvistamenti sono cominciati dalle varianti Exynos distribuite in Argentina e Chile, ma il nuovo firmware - identificato dalla sigla N950FXXSCDTF1 - dovrebbe arrivare molto presto anche sugli altri mercati in cui è stato distribuito lo smartphone. Questo aggiornamento è particolarmente importante in quanto introduce diverse correzioni dell'interfaccia Samsung, tra cui quella necessaria ad evitare che l'applicazione di un determinato sfondo provochi il bootloop del terminale. Diversi terminali della casa sudcoreana, infatti, sono vulnerabili al problema emerso lo scorso mese, ma gli ultimi aggiornamenti hanno risolto il problema.

Come al solito vi avviseremo quando l'update verrà reso disponibile anche per i modelli italiani, ma ormai dovrebbe essere questione di pochi giorni. Galaxy Note 8 è stato il primo dispositivo della famiglia Note ad adottare il famoso Infinity Display - come avevamo riportato al tempo nella recensione - e presto potremmo scoprire l'ultima evoluzione di questo design nella nuova serie Note 20, la cui presentazione è attesa per il 5 agosto.

Samsung Galaxy Note 8 è disponibile online da Amazon Marketplace a 469 euro oppure da Amazon a 999 euro. Per vedere le altre 5 offerte clicca qui.
(aggiornamento del 13 July 2020, ore 12:22)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Samsung scatenata sui tablet: inedito Galaxy Tab A in arrivo

Un inedito modello ha ricevuto le certificazioni Bluetooth SIG ed FCC.

Galaxy Tab S7 e relativa variante Plus non sembrano essere gli unici tablet che Samsung ha intenzione di presentare a breve. Se però dei dispositivi di fascia alta già sappiamo (quasi) tutto grazie alle numerosissime indiscrezioni, alle immagini di stampa e alle foto dal vivo recentemente apparse in rete, altrettanto non può dirsi per Galaxy Tab A7.

Già la denominazione ci permette di identificarlo come prodotto di fascia media o medio-bassa, ma le informazioni che abbiamo a disposizione non sono sufficienti per inquadrarlo in modo più definito. I dati provengono dagli enti certificatori Bluetooth SIG ed FCC: il primo svela per la prima volta il nome commerciale del dispositivo - Galaxy Tab A7, appunto - ed il supporto al Bluetooth 5.0, il secondo fornisce dettagli sulle dimensioni: 247,6x157,3 (manca lo spessore) per 293,37mm di diagonale, il che fa supporre si tratti di un tablet con pannello attorno ai 10 pollici.

I numero di modello emersi sono più di uno:


Il miglior Galaxy del 2020? Samsung Galaxy S20 Plus è in offerta oggi su a 681 euro oppure da Yeppon a 774 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

OnePlus Nord anche Lite ma sempre 5G: su GeekBench con Snapdragon 690

Potremmo scoprire anche lui il 21 luglio, ovvero martedì prossimo.

OnePlus Nord potrebbe arrivare anche in versione Lite, senza rinunciare al 5G: nel database di GeekBench è stato avvistato da pochissimo uno smartphone della società inedito, codice BE2028, con SoC Qualcomm Snapdragon 690. Si tratta del chip per smartphone più recente presentato dal chipmaker americano (escludendo l'865+ che però è solo un refresh), e al tempo stesso di quello di fascia più bassa equipaggiato con modem compatibile con le reti di nuova generazione. Per ricapitolare, S690 è così composto:

  • Processo produttivo: 8 nm
  • Modem: Snapdragon X51 5G, sub-6 GHz
  • CPU octa-core a 64 bit (Qualcomm Kryo 560 @ 2 GHz)
  • GPU: Qualcomm Adreno 619L
  • Bluetooth 5.1, Wi-Fi 6
  • Display FHD+ @ 120 Hz, QHD+ @ 60 Hz

Non abbiamo ulteriori informazioni su questo smartphone - non è nemmeno detto che si chiamerà effettivamente Nord Lite. Vero è che presentando al mondo il nuovo brand OnePlus aveva parlato di una gamma di prodotti, non un dispositivo solo. Insomma, è plausibile. Probabilmente tutti i dettagli ufficiali saranno svelati a breve; ricordiamo che l'azienda ha organizzato un evento virtuale in realtà aumentata per il 21 luglio, ovvero martedì prossimo. Oltre all'OnePlus Nord vero e proprio dovrebbero arrivare anche nuovi auricolari, probabilmente i primi TWS del produttore.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Per Galaxy Z Fold 2 serve pazienza: Samsung rimanda l’annuncio a settembre?

Il pieghevole di Samsung è in ritardo: possibile slittamento del suo annuncio a inizio autunno.

Galaxy Z Fold 2 non sarà presente all'evento Unpacked che Samsung ha in programma il prossimo 5 agosto. Lo rivela Max Weinbach di XDA Developers, insider del panorama tech solitamente ben informato sul mondo tech.

Dunque dovremo accontentarci di Galaxy Note 20, 20 Plus/Ultra e Z Flip 5G, rinunciando - per ora - alla nuova versione del tanto bistrattato primo pieghevole dell'azienda coreana. "Non è affatto una sorpresa" il fatto che non ci sia, dice Weinbach, visto che a generare ritardo sarebbe il software dedicato al particolare form factor, "nemmeno pronto per un lancio a settembre".

Non c’è pace per TikTok: Amazon ordina il ban, ma poi ritratta

L’app cinese prima viene vietata ai dipendenti, poi riammessa.

Amazon fa un passo avanti e uno indietro, ma nonostante alla fine non si sia mossa - riguardo cosa lo scopriremo a breve - dimostra che qualcosa sta accadendo. Stiamo parlando di una mail spedita ai suoi dipendenti, in cui si obbliga la rimozione dell'app TikTok dai loro smartphone entro e non oltre il 10 luglio, pena l'impossibilità di accedere alla mail Amazon di lavoro.

A causa di rischi per la sicurezza, l'app TikTok non è più consentita sui dispositivi mobile che accedono alla mail Amazon. Se hai TikTok installato sul tuo dispositivo, devi rimuoverlo entro il 10 luglio per conservare l'accesso mobile alla mail Amazon.

Galaxy Note 20 in Europa con Exynos 990. La sfida impari con Snapdragon 865+

Gli ultimi rumor non sono incoraggianti: nessuna novità sotto la scocca dei Note 20, che avranno lo stesso SoC degli S20.

Galaxy Note 20 e relative varianti (Plus o Ultra sarà da capire) verranno annunciati ufficialmente il prossimo 5 agosto. Li conosciamo ormai piuttosto bene, grazie anche alla stessa Samsung che l'ha svelato per errore (sicuri?) sui siti russo, ucraino e cinese. Se "fuori" i dubbi sono pressoché nulli, restano alcune incognite su ciò che ritroveremo sotto la scocca. In particolare: che processore avrà il nuovo top gamma?

Qui le indiscrezioni non sono mancate: ad aprile era quasi certo che ci fosse l'Exynos 992, revisione dell'attuale 990 prodotto con processo produttivo a 6nm e pronto ad offrire prestazioni alla pari dello Snapdragon 865, anzi, migliori fino al 3%. E ovviamente non poteva mancare la variante Snapdragon non destinata al nostro mercato. Insomma, design e comparto fotografico a parte, il caos sul cuore dello smartphone regna sovrano. Cerchiamo di fare ordine sulla base degli ultimi rumor, fonte Ice Universe (e non solo).

GALAXY NOTE 20: I PROCESSORI

  • non dovrebbe mancare la doppia versione Exynos/Snapdragon, esattamente come accaduto finora
  • variante Qualcomm con Snapdragon 865+, come svelato di recente da Ice Universe. La piattaforma mobile è fresca di presentazione
  • la variante destinata al nostro mercato avrà l'Exynos 990. Lo dice Ice Unverse, ma lo conferma anche Max Weinbach. Entrambi riportano come il processore presente all'interno della gamma Note 20 sarà lo stesso di Galaxy S20, S20 Plus ed S20 Ultra
  • nessuna differenza di processore per Note 20 e Note 20 Plus/Ultra: entrambi avranno il Samsung Exynos 990

Se dunque c'era (c'è) differenza nelle prestazioni tra Snapdragon 865 ed Exynos 990, sicuramente nel confronto tra SD865+ e (sempre) Exynos 990 il divario sarà destinato ad aumentare. Che sia davvero questa la scelta di Samsung?


Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da Emarevolution a 452 euro oppure da Unieuro a 584 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Pixel 4a fa il prezioso: annuncio rimandato ancora. E all’orizzonte c’è una versione 5G

3 agosto: segnatevi questa data. Sarà quella giusta?

Pixel 4a è in arrivo, anzi, no. La saga continua, vuoi per i ritardi che la pandemia ha inevitabilmente generato sulla filiera del mondo tech - e non solo, ovviamente - vuoi per le problematiche che Google sta evidentemente incontrando per lo sviluppo e il lancio sul mercato del medio gamma 2020.

Le ultime notizie arrivano da Jon Prosser, noto leaker e tech-insider che, tuttavia, non sempre ha azzeccato le previsioni, specie di recente (ricordate la certezza sul cambio di nome da iOS a iPhone OS?). Resta comunque una figura importante nel mondo della tecnologia mobile, spesso ben informata dei fatti. Così come garantisce, questa volta, la veridicità riguardo il prossimo Pixel che più volte abbiamo già visto in video - vedasi l'hands-on di metà maggio pubblicato da uno youtuber cubano.

Il tweet pubblicato da Prosser va dritto al punto: "Pixel 4a è stato rimandato ancora". Sì, perché l'ultima data emersa in rete era il 13 luglio (domani), con un debutto ad agosto per il modello Just Black e ad ottobre per il Barely Blue. Basti pensare che inizialmente doveva essere svelato a maggio, poi a giugno, poi, come detto, a luglio. E i ritardi/ripensamenti non si limitano a questo, visto che a metà del mese scorso sempre Prosser aveva rivelato uno slittamento - questa volta - dell'immissione sul mercato, che da agosto passava direttamente ad ottobre, ma solo per la colorazione nera. E la Barely Blue? Cancellata. Insomma, una vera e propria soap opera. Con un nuovo, ulteriore capitolo.


Il meglior rapporto qualità/prezzo del 2020? Xiaomi Mi 10 Lite, in offerta oggi da Mobzilla a 268 euro oppure da Amazon a 349 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE