DS 7 CROSSBACK LOUVRE: Plug-in raffinata con visite al museo incluse

DS 7 CROSSBACK LOUVRE è una versione in edizione limitata del SUV Plug-in francese realizzata in collaborazione con il famoso museo di Parigi.

DS 7 CROSSBACK LOUVRE è una nuova esclusiva versione in edizione limitata del SUV francese ed è stata realizzata in collaborazione con il famoso museo di Parigi. In Italia si può già ordinare e sarà disponibile da novembre con prezzi a partire da 60.700 euro. Ne saranno prodotte 150.

DS 7 CROSSBACK LOUVRE

DS 7 CROSSBACK LOUVRE si riconosce per la presenza di specifici badge "Louvre" sul cofano, sul portellone del bagagliaio e sulle porte anteriori. A tutto questo si aggiunge che DS WINGS, cioè il contorno dei finestrini è caratterizzato da una decorazione Gloss Black, così come le barre del tetto e le decorazioni delle luci posteriori. Inoltre, è stato inciso a laser il motivo della Piramide sulle calotte degli specchietti retrovisori. Presenti, poi, nuovi cerchi PARIS da 20 pollici.

Le personalizzazioni di questa versione in edizione limitata si estendono agli interni. Per esempio, il motivo della piramide di Ieoh Ming Pei è utilizzato attraverso una stampa 3D sulle prese d'aria, sul cruscotto e sul coperchio del vano portaoggetti centrale. DS 7 CROSSBACK LOUVRE mostra le opere più importanti del museo francese sull'ampio schermo centrale da 12 pollici dell'infotaimment. Piccola chicca, dei podcast illustreranno i segreti di tali opere.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Mercedes EQA: per il crossover elettrico, il lancio è rimandato al 2021 | Rumor

Mercedes avrebbe posticipato il lancio del crossover elettrico EQA a causa di una serie di problemi tra cui la fornitura delle batterie e lo stop delle attività causato dalla pandemia.

Secondo un rapporto di Autocar, il lancio della Mercedes EQA sarebbe stato rinviato al 2021. In origine, il nuovo crossover elettrico tedesco avrebbe dovuto debuttare nel corso del terzo trimestre del 2020 con l'arrivo nelle concessionarie prima della fine dell'anno. Secondo quanto riferisce la fonte, la riorganizzazione delle attività di produzione delle auto elettriche, la difficoltà di approvvigionamento delle batterie e il lungo stop causato dal lockdown sanitario, hanno costretto il marchio a ritardare il lancio del nuovo modello di circa 6 mesi.

Al momento non sarebbe ancora stata fissata una data per la presentazione del nuovo crossover a batteria anche se il report suggerisce che le consegne, nel mercato inglese, dovrebbero iniziare verso la metà del 2021. Questa nuova autovettura, di cui Mercedes aveva condiviso alcuni scatti dei suoi test invernali, è basata sul modello GLA e dovrebbe essere proposta in due varianti: la prima con un singolo motore elettrico e la trazione anteriore, e la seconda con doppio motore elettrico e la trazione integrale. Addirittura, si specula che potrebbe arrivare una variante ad altre prestazioni a 4 ruote motrici con il marchio AMG.

A seguito di questa decisione, Mercedes, nel 2021, porterà al debutto ben 3 nuovi modelli elettrici. Oltre alla già citata EQA, arriveranno la EQB e l'ammiraglia EQS. Nel 2022, invece, ci sarà la presentazione della EQE. A questo punto non rimane che attendere notizie ufficiali da parte del marchio tedesco sui piani di lancio della sua EQA.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tesla: abbonamento per Autopilot in arrivo

Tesla sarebbe vicina a lanciare l’abbonamento mensile per disporre delle piene funzionalità dell’Autopilot.

Sembra che finalmente Tesla si stia preparando a lanciare l'atteso abbonamento che permetterà di disporre della piene funzionalità dell'Autopilot (Guida autonoma al massimo potenziale) "a tempo". Oggi, infatti, per poter usufruire di queste soluzioni avanzate di guida assistita sulle auto elettriche americane è necessario pagare, in Italia, 7.500 euro. Si tratta di una cifra importante, sopratutto se non c'è la necessità di utilizzarle spesso. Inoltre, in alcuni mercati, come in quello europeo, l'Autopilot non può disporre di tutte le sue funzioni per via di alcune limitazioni normative.

Per questo, Tesla ha pensato di realizzare un abbonamento per permettere ai suoi clienti di poter accedere alle funzioni avanzate dell'Autopilot per un lasso di tempo, pagando un canone mensile. Una soluzione perfetta anche per chi prende una Tesla in leasing o a noleggio per breve tempo. Tempo fa, Elon Musk, nonostante invitasse i suoi utenti ad acquistare il pacchetto completo che per lui rappresenta un investimento per il futuro, aveva pure detto che l'abbonamento sarebbe arrivato entro fine anno senza, però, dare una data precisa.

Ora ci siamo, o quasi. Effettuando un'operazione di reverse engineering sull'applicazione mobile di Tesla, l’utente Reddit u/Callump01 ha trovato tracce del menu Subscribe (Iscriviti) all'interno della sezione Upgrades che farebbe pensare che il costruttore si stia preparando a lanciare il servizio in abbonamento.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Porsche Turbo Charging, un maxi powerbank mobile per ricaricare le Taycan

Porsche Turbo Charging è un camion dotato di una batteria di grandissima capacità che permette di ricaricare più Taycan in contemporanea nei track day.

Porsche è solita organizzare track day in cui i suoi clienti possono portare in pista le loro auto o dove è possibile provare nuovi modelli. Con il debutto della Taycan è sorto il problema di come poter ricaricare rapidamente queste autovetture nelle giornate dedicate alla pista. La soluzione è stata trovata da un po' di tempo ed è stata utilizzata alcuni giorni fa all'Hungaroring di Budapest dove si è svolto un'appuntamento della Porsche Track Experience in cui è stato possibile guidare proprio le sportive a batteria del marchio tedesco.

Siccome sul mercato non esiste una soluzione soddisfacente in grado di consentire di poter ricaricare rapidamente e contemporaneamente un certo numero di Taycan, Porsche ha deciso di realizzare in proprio qualcosa di adeguato. Il risultato è una sorta di powerbank mobile, un camion dotato di una batteria con una capacità di ben 2,1 MWh. Porsche Turbo Charging, questo il nome di questa soluzione, è in grado di alimentare complessivamente sino a 30 Taycan, di cui 10 in contemporanea.

In totale, sono stati realizzati 7 di questi camion. I vantaggi nell'utilizzo di questa soluzione sono evidenti. Questi veicoli possono essere spostati rapidamente e quindi portati dove serve con grande facilità. Nessun problema nemmeno per fare loro il pieno di energia. Una volta collegati ad una fonte energetica adeguata, possono rifornirsi in circa 4 ore. Massima pure l'affidabilità. Porsche sottolinea di aver già effettuato circa 5.000 operazioni di ricarica da quando utilizza queste soluzioni. Alcuni rifornimenti sono stati portati a termine con temperature torride di oltre 40 gradi senza alcun problema.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Nuova Tesla Roadster a caccia dei record del Nurburgring nel 2021

Nuova Tesla Roadster andrà a caccia dei record del Nurburgring a partire dal prossimo anno.

Tesla porterà in pista la nuova Roadster il prossimo anno per i suoi test di sviluppo. Il circuito scelto è quello del Nurburgring dove probabilmente andrà a caccia anche di nuovi record. La conferma che l'hypercar elettrica americana finalmente farà la sua apparizione su pista è stata data direttamente da Elon Musk su Twitter. Al momento, però, rimangono ancora poco chiare le tempistiche sul suo debutto commerciale. Secondo le ultime dichiarazioni di Musk, la produzione dovrebbe iniziare verso la fine del 2021 ma si tratta ancora di una data non definitiva.

Negli ultimi anni, infatti, Tesla ha più volte rimandato il debutto della nuova Roadster per concentrarsi su progetti più urgenti. Tra un paio di giorni si terrà il Battery Day in cui Musk annuncerà diverse novità. Potrebbe essere l'occasione per saperne di più sui piani della società su questo interessante veicolo.

Tesla punterà sul Nurburgring in quanto è su questo circuito che si sta consumando a distanza la sfida con Porsche e la sua Taycan. La nuova Roadster, equipaggiata con 3 motori elettrici, ha tutte le carte in regola per consentire alla società americana di ottenere nuovi primati visto che dispone di prestazioni davvero elevatissime. Per esempio, il costruttore ha dichiarato che bastano 1,9 secondi per raggiungere le 60 miglia orarie (96 Km/h).


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Renault Electric Mobility for You: il futuro è elettrificato e digitale

Per Renault il futuro è legato all’elettrificazione delle auto e alla digitalizzazione dei servizi.

Durante l'evento Electric Mobility for You che si è svolto alcuni giorni fa, Renault ha illustrato il futuro della sua strategia nel settore dell'elettrificazione in cui è protagonista da molto tempo, soprattutto con la ZOE (Qui la nostra prova).

ELECTRIC MOBILITY FOR YOU

Il mercato automotive si sta spostando sempre di più verso le auto ibride, Plug-in ed elettriche. In questo contesto, il costruttore francese risponede con una gamma 100% elettrica composta da ben 7 modelli: la ZOE, il quadriciclo TWIZY, la nuova TWINGO Electric e i veicoli commerciali KANGOO Z.E. e MASTER Z.E., oltre che la berlina RSM SM3 Z.E. e il piccolo SUV Renault City K-ZE, rispettivamente venduti in Corea e Cina. Inoltre, nel 2021 arriverà sul mercato Dacia Spring Electric.

A queste proposte si affianca la gamma E-TECH HYBRID composta da 3 modelli, nuova CLIO E-TECH HYBRID (Qui la nostra prova), nuovo CAPTUR E-TECH PLUG-IN HYBRID e nuova MEGANE E-TECH PLUG-IN HYBRID. Ma la strategia di Renault nel campo dell'elettrificazione va oltre le sole autovetture. Infatti, il costruttore punta ad offrire una gamma di servizi per costruire attorno ai suoi modelli un ecosistema sostenibile.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Volkswagen ID.3: ecco come si comporta la ricarica da una stazione Ionity

Dalla rete è apparso uno dei primi test di ricarica in corrente continua della Volkswagen ID.3 da 58 kWh che permette di scoprire la reale curva di ricarica dell’auto.

Volkswagen, per la sua nuova ID.3, ha dichiarato che in corrente continua sarà possibile ricaricare sino a 125 kW (modello con la batteria più grande da 77 kWh). Tuttavia, nulla è stato detto sulla curva di ricarica. Per valutare le reali prestazioni della capacità di rifornimento di energia di un'auto a batteria, infatti, più che la potenza massima a cui può alimentarsi è importante conoscere la quantità di kWh che è possibile accumulare al minuto durante l'intero ciclo di ricarica.

Il canale YouTube Battery Life ha effettuato uno dei primi test di ricarica in corrente continua della ID.3 nella versione con batteria da 58 kWh presso una stazione Ionity per verificare l'effettiva curva di ricarica. Si ricorda che con questo accumulatore, è possibile rifornire di energia l'auto, secondo il costruttore, sino a 100 kW.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Bosch: un compagno di viaggio virtuale per la sicurezza dei camion nei viaggi

Bosch è a capo di un consorzio che ha sviluppato un compagno di viaggio virtuale per migliorare la sicurezza dei viaggi dei camion.

I grandi mezzi di trasporto sono fondamentali per il settore della logistica. Chi guida i camion, tuttavia, è soggetto ad orari di lavoro prolungati che possono stancare molto. Se gli autisti sono stanchi o distratti, le conseguenze possono essere molto pericolose. Le soluzioni di guida autonoma possono essere la chiave per evitare gli incidenti e rendere i lunghi e faticosi viaggi più sicuri. Tuttavia, le persone devono sempre rimanere vigili per intervenire in caso di necessità.

C'è quindi la necessità di coordinare l’interazione tra veicolo e autista. Di questo se ne è occupato il progetto TANGO a cui hanno partecipato anche Bosch, Volkswagen, MAN Truck & Bus, l’Università di Stoccarda, l’istituto Hochschule der Medien, Spiegel Institut e CanControls.

COMPAGNO DI VIAGGIO VIRTUALE

Il progetto si è concentrato sulla guida autonoma di Livello 2 e 3 (Qui spieghiamo i vari livelli della guida autonoma). Nello specifico, è stato progettato un vero e proprio assistente, un compagno virtuale che mantiene alto il livello di attenzione dell’autista, contrasta la fatica e rende la guida il più piacevole possibile. Michael Schulz, project manager di Bosch, spiega:


Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da Emarevolution a 472 euro oppure da Unieuro a 560 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Le serie speciali british green e Ushuaïa anche per la smart EQ fortwo

Smart ha deciso di offrire la sua fortwo elettrica in due serie speciali: british green e Ushuaïa.

Anche nell'era dell'elettrificazione, Smart continua a voler proporre serie speciali dei suoi modelli perché, come ha evidenziato Maurizio Zaccaria, Direttore Customer Journey & Digital Solutions Mercedes-Benz Italia, "rispondono al desiderio di personalizzazione individuale che da sempre caratterizza il cliente smart". Per questo, il marchio ha deciso di proporre in versione 100% elettrica due delle serie speciali più appezzate dalla sua clientela.

Arrivano, dunque, smart EQ fortwo british green e Ushuaïa che sono già disponibili negli smart center italiani, con prezzi a partire, rispettivamente, da 30.695 euro e da 31.695 euro.

DUE SERIE SPECIALI

Entrando nei dettagli, smart EQ fortwo british green è basata sulla versione Pulse ed è un omaggio alla passione automobilistica inglese. Si caratterizza, infatti, per la livrea in british racing green, gli interni in pelle nappa color cuoio e i dettagli BRABUS. La dotazione di serie di questa smart elettrica comprende pure i cerchi BRABUS da 16 pollici, il Pacchetto Exclusive, i fari full LED, il retrovisore interno anabbagliante, la telecamera posteriore con sensori di parcheggio e il tetto panorama. Sarà realizzata in soli 200 esemplari.


Il 5G che non rinuncia a niente? Motorola Edge, in offerta oggi da Amazon Marketplace a 464 euro oppure da Unieuro a 555 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Lucid Air velocissima anche in pista: batte il tempo della Model S Plaid a Laguna Seca

Lucid Air ha battuto il tempo ottenuto dalla Tesla Model S Plaid sul circuito di Laguna Seca.

La Lucid Air che è stata presentata da pochi giorni, continua a dimostrare le sue grandi potenzialità, battendo e non di poco il tempo fatto segnare dalla Tesla Model S Plaid sul circuito americano di Laguna Seca. Lo scorso anno, il prototipo a tre motori della società di Elon Musk aveva ottenuto un tempo di 1'36"55 che la nuova auto elettrica di Lucid Motors ha frantumato. Secondo quanto riportato dal canale YouTube "The KilloWatts", la berlina ha ottenuto un tempo di circa 1'33". Sebbene non sia un risultato ufficiale, la differenza con il tempo della Model S è notevole.

Vale la pena di notare, comunque, che l'auto che ha girato a Laguna Seca presenta alcune differenze a livello aerodinamico rispetto alla "versione classica" della Lucid Air. Probabilmente si tratta della variante Performance dotata di un powertrain composto da 3 motori elettrici. Questo non toglie, tuttavia, che la berlina elettrica disponga di grandi potenzialità sotto il profilo delle prestazioni. Del resto, la versione Dream Edition era già riuscita a battere la Tesla Model S nel classico test di accelerazione sul quarto di miglio, scendendo sotto i 10 secondi.


Il 5G che non rinuncia a niente? Motorola Edge, in offerta oggi da Amazon Marketplace a 464 euro oppure da Unieuro a 555 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE